«Mostro le carte e denuncio»: Mancini contro i sospetti sulla sua nomina

Lo scontro sulla nomina del nuovo amministratore di Sora Ambiente. Il professionista pronto ad esibire le carte. E denunciare chi ha sospettato. Oggi incontro con il sindaco. Ma la dottoressa Marrone procede per la sua strada

Maurizio Patrizi

Rem tene, verba sequentur

Una richiesta di indagine indirizzata all’Ordine dei Dottori Commercialisti di Frosinone che riguarda lo studio Mancini; un incontro fra il neoeletto amministratore di Ambiente Surl (la municipalizzata che gestisce i rifiuti nel Comune di Sora) Ennio Mancini e il sindaco di Sora Roberto De Donatis; le dichiarazioni dello stesso Mancini che si dice pronto a mostrare i documenti e dà mandato all’avvocato per tutelare l’immagine sua e del suo studio. 

Sono fondamentalmente queste le novità di oggi sulla vicenda della recente nomina del dottor Ennio Mancini ad amministratore unico di Ambiente Surl, avvenuta l’altra sera in Consiglio comunale. (leggi qui La notte porta il presidente della Ambiente: è Mancini). Sulla quale sono esplose le polemiche già poche ore dopo il voto, con tanto di richiesta d’accesso agli atti per verificare la documentazione. (leggi qui Qualcuno sospettò sulla nomina di Mancini). E accertare se il nuovo Ad sia o meno un dottore commercialista, come richiesto dal bando.

L’Ad: Tutto in regola

Questa mattina il primo cittadino Roberto De Donatis ha voluto vedere di persona il nuovo AD e dopo un cordiale colloquio De Donatis è apparso tranquillo. Confida nella correttezza delle verifiche sulla documentazione già compiute dagli uffici. Infatti, tutti i documenti prodotti dagli aspiranti Amministratore sono stati vagliati prima di di accogliere la loro candidatura, poi sottoposta al voto del Consiglio comunale.

È sereno anche il diretto interessato, il dottor Ennio Mancini. che ad Alessioporcu.it  assicura «Le dichiarazioni da me allegate alla domanda di candidatura come amministratore unico di Sora Ambiente sono veritiere e avrò modo di dimostrarlo nelle sedi opportune e con la giusta documentazione. Ho dato mandato all’avvocato di procedere legalmente a tutela dell’immagine mia e dello studio Mancini».

Dunque il dottor Mancini a breve depositerà in Comune tutta la documentazione che lo riguarda e che ieri è stata messa in dubbio

Ma c’è chi invece dubita

Sull’altro fronte invece, dopo la richiesta della commercialista Cristina Marrone, appartenente al Nucleo di valutazione del Comune di Sora, l’ordine professionale ha fatto partire come da prassi accertamento a seguito del quale attestare o meno l’esatta posizione di Ennio Mancini.

Vicenda questa che viaggia di pari passo e in modo parallelo con l’altra della richiesta di accesso agli atti, sempre da parte della dottoressa Marrone.

Con l’autocertificazione del dottor Mancini, comparata con il bando di adesione alla candidatura come amministratore unico Ambiente Surl e con i responsi dell’ordine dei dottori commercialisti, si riuscirà certamente a fare chiarezza su questa vicenda in modo definitivo. 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright