Movimenti di Fratelli all’ombra dell’abazia

Operazioni in entrata per Fratelli d'Italia. Stabilite varie linee di dialogo. Passaggi non imminenti: non si vota subito. Ma i nomi sono di peso. E carichi di preferenze

Massimo Gentile

Sao ko kelle terre...

Fratelli d’Italia è sempre più in ascesa nei sondaggi. I dati pubblicati ieri sera nel corso del Tg di La7 dicono che il Partito di Giorgia Meloni ha superato anche il Pd ed è oggi il la seconda forza politica italiana: ha messo nel mirino la Lega di Matteo Salvini puntando alla leadership. Altri istituti danno numeri diversi e vedono il Pd ancora al secondo posto. Certo è che Lega, Fdi e Forza Italia formano la coalizione che sfiora quasi la maggioranza assoluta.

Movimenti all’ombra dell’Abazia

All’ombra dell’Abbazia c’è molto movimento. In città nelle settimane scorse è stato molto attivo il capogruppo di Forza Italia in Provincia Gianluca Quadrini. Ha incontrato la sua base ponendo fondamentalmente una domanda: abbiamo deciso di ricollocarci, preferite che orientiamo la bussola verso un Partito di maggioranza (in questo caso la Lega) oppure di opposizione (in quest’altro caso la scelta sarebbe Fratelli d’Italia). La riserva verrà sciolta prima della fine del, mese dopo avere ascoltato anche i sostenitori negli altri collegi.

Una linea di dialogo con il Partito di Giorgia Meloni è stata stabilita anche la consigliera di Forza Italia Francesca Calvani. È il serbatoio di voti azzurri a Cassino, l’unica a centrare l’elezione in Consiglio Comunale due anni fa. Sono emersi diversi punti di contatto: per ora la consigliera non si muove, non intende alterare gli equilibri interni ad FdI soprattutto perché non è interessata ad operazioni in chiave elezioni Provinciali o regionali. Ma il dialogo procede.

Allo stesso modo c’è una solida linea di comunicazione con il capogruppo della Lega Franco Evangelista. In attrito da mesi con i vertici provinciali del Carroccio, preferisce confrontarsi sui temi amministrativi con l’avvocato Gabriele Picano, vice coordinatore provinciale di FdI. Anche in questo caso non è in agenda un passaggio imminente: nemmeno Franco Evangelista è interessato a Provinciali e Regionali, vuole concentrarsi sui temi amministrativi comunali. Ma il giorno in cui deciderà di attraversare il confine ha già in tasca il passaporto timbrato.

Il vice coordinatore Picano ha contatti poi con amministratori comunali a Cervaro, Sant’Elia Fiumerapido e la Valle dei Santi. A tutti ha chiesto di alzare il livello politico, documentandosi su tematiche come la green economy e lo sviluppo dell’Automotive.

Il diavolo e l’acqua santa

In attesa di definire la propria collocazione, Franco Evangelista continua ad essere combattivo in Consiglio e nell’ultima seduta ha avuto un duro scontro con il sindaco Enzo Salera.

Ma il leghista (pro tempore) fuori dall’Aula riesce a coltivare un buon rapporto con il primoi cittadino. Tant’è che nei giorni scorsi qualcuno li ha fotografati mentre presenziavano, insieme, ad una cerimonia nella chiesa della frazione di Sant’Angelo.

La foto è diventata virale nelle chat dei vari Partiti, e qualcuno ha ironizzato: “Il diavolo e l’acqua santa”. Altri hanno ironizzato: “Chi confessava chi?

Altri giurano che gli abbia anticipato la sua imminente discesa dal carroccio. Si accettano scommesse.