Mozione di sfiducia Fdi a Zingaretti: Irricevibile

La mozione di sfiducia presentata da Fratelli d'Italia per far decadere Nicola Zingaretti è stata giudicata 'Irricevibile'. L'hanno firmata appena 3 consiglieri. Ne occorrevano almeno dieci.

La mozione di sfiducia con cui fare decadere Nicola Zingaretti? È irricevibile.

L’aveva presentata nel corso della prima seduta del Consiglio regionale del lazio il gruppo di Fratelli d’Italia (leggi qui Zingaretti parla e spiazza tutti: «Se il Lazio resta immobile mando io tutti a casa»)

Che quella mozione fosse ‘irricevibile’ lo ha comunicato questa mattina il presidente del Consiglio, Daniele Leodori, nel corso della seduta consiliare dedicata alle repliche dei Gruppi dopo il discorso fatto la volta scorsa dal Governatore.

Perché non può essere presa in considerazione? Per l’assenza del numero minimo di firme richiesto, cioe’ dieci (pari a un quinto del Consiglio, come previsto). Invece sotto a quel documento ce n’erano soltanto tre: quelle dei consiglieri di Fratelli d’Italia.

La seduta di oggi del Consiglio regionale si è aperta con un minuto di raccoglimento. È stato dedicato alla memoria dell’ex consigliere, assessore regionale ed europarlamentare, Stefano Zappalà. (leggi qui Zappalà, la vita come un’Alfa con il carburatore a doppio corpo e qui È morto Stefano Zappalà, il gentleman della politica pontina)

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright