Nicola Ottaviani affronta la curva. Epidemiologica

Perché il sindaco di Frosinone e coordinatore provinciale della Lega si sta interessando alla gestione della pandemia anche dal punto di vista sanitario. Senza un raffreddamento dei contagi impossibile pensare ad un rilancio dell’economia.

È stato tra i primi a capire che la Lega doveva allargarsi al centro e allora ha organizzato, da sindaco di Frosinone, l’incontro del Capitano Matteo Salvini con il vescovo diocesano, monsignor Ambrogio Spreafico. E poi la visita a Nuovi Orizzonti. Adesso Nicola Ottaviani, coordinatore provinciale del Carroccio, sta concentrando le attenzioni sulla gestione della pandemia. Anche perché a Frosinone ci sono diversi contagi da giorni e molte persone in sorveglianza domiciliare. Ma non è solo per questo. (Leggi qui Salvini sceglie Frosinone per la svolta verso i moderati).

Nicola Ottaviani

Come primo cittadino del capoluogo Nicola Ottaviani presiede la conferenza dei sindaci sulla Sanità. Sta studiando i dati sui posti letto ordinari, su quelli in terapia intensiva. Approfondendo il piano vaccinale che la Asl sta portando avanti, anche con riferimento ai successivi step. La Lega di Matteo Salvini ha una linea precisa sulla pandemia, dall’inizio: no alle chiusure generalizzate, grande attenzione all’aspetto economico oltre che sanitario.

C’è la terza ondata

Ma in questo momento la terza ondata del virus sta imperversando e le varianti spingono in alto la curva dei contagi. Il Governo di Mario Draghi si sta affidando alle relazioni del Comitato Tecnico Scientifico. E Giancarlo Giorgetti, numero due del Carroccio e ministro dello sviluppo economico, sta cercando di mediare tra la posizione di Salvini e quella del premier Draghi. Mentre sul vaccino Sputnik lo stesso Giorgetti è apparso più schierato con Palazzo Chigi. Nel solco di una linea “atlantista”.

Nicola Ottaviani è attentissimo alle dinamiche epidemiologiche e sanitarie. Sta guardando a quello soprattutto. Perché si rende conto che fin quando la situazione sanitaria non sarà sotto controllo risulterà impossibile avviare un rilancio economico. Non ci sono gli spazi, perché cambiano continuamente i colori delle Regioni, delle province e dei Comuni.

(Foto: Carlo Lannutti / Imagoeconomica)

Si procede a scatti tra aperture e chiusure, tra restrizioni e concessioni. Per questo motivo Nicola Ottaviani, da sindaco di Frosinone e da presidente della conferenza dei primi cittadini sulla sanità, ha intenzione di stare sul pezzo. Vale a dire sulla situazione epidemilogica.

Le scintille con l’assessore regionale Alessio D’Amato sono assicurate. Con la manager della Asl Pierpaola D’Alessandro è da vedere.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright