Niente festa nella basilica di Canneto: «non ho soldi per i gabinetti»

[dfads params=’groups=105&limit=1&orderby=random&return_javascript=1′]

 

Né in Regione né in Provincia ci sono Santi che fanno miracoli. A questo punto solo Lei può farlo: dopotutto è il suo mestiere da secoli. Altrimenti quest’anno la Madonna di Canneto non avrà la possibilità di accogliere i circa 25mila fedeli che ogni 22 agosto salgono ad onorarla sull’eremo elevato un anno fa a basilica minore.

«Non sono in condizione di poter autorizzare la festa»: a dirlo è Riccardo Frattaroli, sindaco di Settefrati, nel cui territorio ricade la vallata dove sorge il santuario. La colpa è della spending review: i tagli fatti dal Governo ai Comuni ha azzerato le disponibilità in cassa «E così non ho i soldi per poter garantire un adeguato numero di bagni chimici».

Una festa millenaria, messa in crisi dai gabinetti? Il sindaco è finito sotto inchiesta per questo: il Corpo Forestale dello Stato ha contestato a lui ed all’ex presidente Giuseppe Patrizi di avere autorizzato la festa nel 2014 in assenza dei necessari requisiti igienici. «Quest’anno non posso rischiare: sarei recidivo». Ha chiesto l’intervento della Provincia ma visto cosa è accaduto all’allora presidente Patrizi ora c’è una certa resistenza. Ha bussato in Regione: «Mi hanno promesso un aiuto, ma ad oggi non ho visto niente. Se la situazione rimane questa, non posso autorizzare la festa e bloccherò la strada».

L’unica che può fare il miracolo è la Madonna nera

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright