Non siamo qui per avere paura

Rischiamo di farci schiacciare dalla paura. Ma non siamo qui per quello. C'è un quadro quasi sconosciuto a ricordarcelo. 'Non c’è stato dato uno spirito da schiavi': ma la paura ci rende schiavi

Pietro Alviti

Insegnante e Giornalista

non avete ricevuto uno spirito da schiavi per ricadere nella paura, ma avete ricevuto lo Spirito che rende figli adottivi, per mezzo del quale gridiamo: «Abbà! Padre!». Lo Spirito stesso, insieme al nostro spirito, attesta che siamo figli di Dio. E se siamo figli, siamo anche eredi: eredi di Dio, coeredi di Cristo Rm 8,16

Rischiamo tanto: rischiamo di cedere alle paure che ci stanno rovinando l’esistenza. Non tanto per la perdita della tranquillità, che rimane sempre un’illusione, quanto perché le paure tagliano le gambe alla speranza.

Epidemia, guerra, profughi, prezzi in rialzo, lavoro difficile da trovare o da difendere, clima che cambia rapidamente… Ci sembra di essere indifesi, incapaci di affrontare questioni gravi che pure hanno sempre tormentato le società nel passato. Se pensiamo alle epidemie di peste, o alle guerre mondiali, o alla fame, o alla mortalità infantile, o a tante malattie dovremmo essere pieni di speranza. Quelle terribili situazioni sono state brillantemente superate, quasi completamente.

Il polittico di Bruges

Il polittico nella chiesa di Notre Dame a Bruges, Gerard David, 1520 ca.

Stamattina vedevo un quadro, nella basilica di Notre Dame di Bruges: un polittico di un pittore fiammingo del sec. XVI Gerard David. Ai due lati del soggetto principale, raffigura la famiglia del committente del dipinto. Con i due genitori ci sono 9 figli, quattro maschi e cinque femmine, una famiglia agiata, rispettata, in grado di donare un grande dipinto alla loro chiesa. Sulle fronti di 5 figli una piccola croce di colore rosso, ad indicare che al momento della raffigurazione erano già morti…

Confesso di essere stato molto colpito: tante volte, parlando della terribile esperienza che mi è stato dato di vivere, ho detto che la perdita di un figlio per un genitore è un fatto innaturale.  Mi sbagliavo. Quella famiglia aveva sperimentato quel dolore 5 volte… Quella era la natura: non era eccezionale che i bambini morissero piccoli, anzi era molto comune. E’ stato il genio umano ad eliminare quasi completamente la tragedia della mortalità infantile.

Siamo qui ma non per avere paura

Non abbiamo paura, cerchiamo di mantenere la speranza: non c’è stato dato uno spirito da schiavi, ci dice la Parola, ma siamo figli dell’unico padre che vuole che diamo il meglio di noi stessi per combattere il male, mettendo i nostri talenti a disposizione di tutti, perché ciascuno possa vivere. Non è la paura che ci salverà, ma la speranza corroborata dalla solidarietà fra tutti gli uomini perché tutti siamo fratelli, tutti figli di un unico padre.

La paura ci renderà schiavi se invece saremo divisi, se daremo retta ai seminatori di discordia, a coloro che vogliono sopraffare gli altri. Dobbiamo essere coraggiosi, forti e vincere la paura, perché dobbiamo essere degni di una tale padre.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright