Non solo gol e vittorie, il Frosinone produrrà energia pulita per la città

Il club giallazzurro ha annunciato il completamento dell’impianto fotovoltaico allo stadio “Stirpe” che diventerà autosufficiente e potrà pure servire l’intera comunità. “Gli investimenti della società e la lungimiranza del presidente consentiranno la riduzione di 285 tonnellate di immissione di CO2”, ha detto il direttore Gualtieri

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Non solo emozioni, gol e vittorie. Ma anche tanta energia pulita. Nel giro di 6 mesi, grazie al completamento dell’impianto fotovoltaico allo stadio “Stirpe”, il Frosinone sarà in grado di fornire energia green anche alla città oltre che per il suo fabbisogno. Il club giallazzurro infatti ha chiuso il cerchio di un progetto partito nel 2017 con l’apertura della struttura di viale Olympia.

“Abbiamo siglato 2 nuovi importanti contratti con una azienda leader del settore, la IVPC – ha annunciato Salvatore Gualtieri, direttore marketing, comunicazione e rapporti istituzionali in un’intervista al sito del club – In questo modo renderemo lo stadio sostenibile al 100% e saremo in grado di produrre energia anche per le comunità”.

E’ stato un lavoro partito da lontano grazie alla lungimiranza ed alla costanza del presidente Maurizio Stirpe che ha sposato senza se e senza ma la linea dell’efficientamento energetico. Ed in questo momento di crisi e caro-bollette la scelta del patron giallazzurro è stata a dir poco indovinata.

Emissioni ridotte di quasi 300 tonnellata di CO2

Il direttore Salvatore Gualtieri

Il Frosinone diventerà autosufficiente e green dal punto di vista energetico. E c’è grande orgoglio nella società giallazzurra. “Grazie alla visione ed al rispetto verso l’ambiente del presidente Stirpe, possiamo dire che a breve tutta l’energia di cui lo stadio necessità sarà totalmente pulita” ha continuato Gualtieri.

Il percorso è stato ovviamente graduale e siamo vicini al traguardo. Il primo contratto ci permetterà, completando l’installazione dei pannelli fotovoltaici su tutta la tribuna Est, di arrivare a coprire fino al 87% del nostro fabbisogno energetico. Il secondo contratto prevede la sistemazione dei pannelli sulle curve: con questo importante investimento, non solo renderemo lo stadio al 100% sostenibile, ma produrremo anche energia pulita da immettere in rete che può essere una importante risorsa per la comunità. In totale, grazie al nostro investimento, si ridurrà l’emissione di CO2 di ben 285 tonnellate ogni anno”.

Insomma si va verso il concetto di comunità energetica come ha sottolineato il sindaco Riccardo Mastrangeli: “La nostra volontà  è quella di avere una serie di edifici che produrranno energia da consumare all’interno ma anche all’esterno”.

Un modello di sostenibilità e risparmio energetico

La tribuna Est dove sono stati installati i primi pannelli fotovoltaici

Il progetto del Frosinone è all’avanguardia e può fare da apripista. Ancor di più in un periodo nel quale tengono banco i rincari dell’energia e le delicate questioni ambientali.

La Lega Serie B di recente aveva anche annunciato un protocollo relativo all’efficientamento energetico come l’utilizzo delle luci per le gare in orario diurno, che verranno accese solo in caso di condizioni meteo sfavorevoli o con visibilità limitata, e alcune misure strutturali da adottare negli stadi e nei centri sportivi per generare economie di risparmio.

“Certamente possiamo essere un modello – ha continuato Gualtieri – La Lega di B proprio in queste settimane sta cominciando a sensibilizzare le società sui temi della sostenibilità, del risparmio energetico e dell’energia pulita. Ne stiamo parlando adesso in assemblea e in consiglio di Lega dove ho già raccontato l’esperienza del Frosinone Calcio. E’ auspicabile che altre società lo facciano”.

Il progetto sarà esteso a Ferentino e Fiuggi

Il presidente Maurizio Stirpe nel corso della presentazione del progetto di restyling del centro sportivo di Fiuggi

La svolta-green non si fermerà allo “Stirpe” ma coinvolgerà anche il centro sportivo di Ferentino e quello di Fiuggi che nei prossimi mesi saranno ristrutturati ed ammodernati a seconda delle esigenze della società.

“La nostra intenzione è di proseguire in questa direzione anche riguardo i nostri nuovi progetti dei centri sportivi di Ferentino e di Fiuggi – ha anticipato Gualtieri –  L’obiettivo sarà sempre quello di raggiungere il 100% di energia pulita e completa autonomia”.

Il direttore rimarca come il Frosinone sia all’avanguardia. “Per noi è una grande soddisfazione se pensiamo che da 5 anni lo “Stirpe” utilizza energia verde e tra 6 mesi sarà autosufficiente e sostenibile al 100% – ha chiosato GualtieriSiamo andati avanti considerando che in Lega se ne comincia a parlare adesso. E si comprende facilmente quanto siamo orgogliosi di poter raggiungere per primi un obiettivo così importante per l’ambiente e per la comunità”.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright