Ostacolo-Grifo per la battistrada giallazzurra: Longo punta su tridente e titolarissimi (di A. Salines)

Foto copyright Frosinone Calcio, tutti i diritti riservati

Domani pomeriggio alle 15 il Frosinone difende il primato sul campo del forte Perugia che insegue a 3 lunghezze

Alessandro Salines

Lo sport come passione

Umiltà e concentrazione: è l’imperativo del tecnico
per conquistare punti pesanti al ‘Renato Curi’
L’allenatore chiede una prova di carattere e confida nel sostegno dei tifosi: “Abbiamo sempre bisogno di loro”
 

Chiede al suo Frosinone umiltà e massima concentrazione. Ventre a terra e pochi grilli per la testa. Solo così si potranno conquistare punti e difendere il primato nella sfida contro il Perugia di domani al ‘Renato Curi’. “Servirà il miglior Frosinone possibile – dice Moreno Longo intervistato da frosinonecalcio.com nel ritiro dove la squadra ha trascorso la settimana dopo il match di Ascoli – Siamo consapevoli di dover affrontare un’avversaria forte e completa in ogni reparto come ha dimostrato in questo avvio di campionato”.

Il Perugia, accesa rivale dei canarini nelle ultime stagioni, ha l’attacco più forte del torneo con elementi fortissimi tra i quali il nordcoreano Han (leggi qui l’approfondimento). “Come ho detto è una formazione di ottimo livello, il reparto avanzato è di tutto rispetto – aggiunge il tecnico giallazzurro – Han è la rivelazione ma non possiamo dimenticare giocatori come Di Carmine, Cerri e Falco che sarebbero titolari in qualsiasi club. Anche la alternative come Mustacchio, Bonaiuto e Terrani sono di primissimo ordine”.

Ad Ascoli il turn over ha funzionato. Domani a Perugia quale Frosinone? “Stiamo ancora valutando le condizioni dei giocatori dopo la gara contro l’Ascoli – prosegue Longo – Ancora non ho deciso l’undici, mi prendo tutto il tempo a disposizione. Cercheremo di schierare la formazione più competitiva per affrontare al meglio il Perugia”. I tifosi ad Ascoli non hanno fatto mancare il loro sostegno malgrado il turno infrasettimanale e la serata quasi invernale. Cosa si aspetta a Perugia? “Spero che ci seguano con la solita passione – sostiene Longo – Sappiamo benissimo dell’importanza del loro apporto. Devo ringraziarli, ad Ascoli la loro presenza non era scontata considerando le difficoltà. Mi auguro che continuino a seguirci con lo stesso calore di quest’avvio di stagione. Abbiamo bisogno di loro”.

Dopo il turno di martedì, Empoli e Palermo hanno dato segnali importanti. Saranno loro le prime rivali per la promozione? Longo non si sbilancia. “Credo che in questo momento sia prematuro parlare di queste cose – sottolinea il trainer canarino – Come ho già detto questo è un campionato nel quale sei-sette squadre si daranno battaglia sino all’ultimo per essere protagoniste. Dobbiamo pensare a noi stessi, crescere, lavorare e migliorare. E soprattutto dobbiamo continuare a mettere in campo lo spirito, la voglia ed l’entusiasmo che ho visto in campo nell’avvio di campionato”.

 

FORMAZIONE. Il Frosinone dovrebbe tornare allo schieramento-tipo. Il 3-4-2-1 sul quale Longo sta lavorando sin dal primo giorno di ritiro e messo da parte a causa della squalifica di Dionisi. Con il ritorno dell’attaccante reatino il tecnico sembra orientato a schierare i 3 ‘tenori’. Rispetto ad Ascoli rientreranno Gori, Sammarco e Crivello. Riepilogando Bardi difenderà la porta. In difesa il trio Terranova, Ariaudo e Krajnc anche se Russo potrebbe avere una chance. In mediana Matteo Ciofani e Crivello saranno gli esterni, Sammarco e Gori le mezzali. Ciano e Dionisi agiranno alle spalle del centravanti Daniel Ciofani.

 

QUI PERUGIA. La sconfitta di Palermo non ha scalfito le convinzioni di Federico Giunti alla vigilia di un match difficile come quello di domani contro il Frosinone. “Guardo la prestazione e devo dire che quella di martedì è stata buona”, ha detto il tecnico a perugiatoday.it. “Abbiamo fatto la nostra gara che è stata decisa da un episodio – continua l’allenatore del Grifo – L’errore ci sta, mentre non mi è piaciuta la gestione dei cartellini. L’arbitro è stato troppo permissivo, un atteggiamento che non ha portato a nulla”.

Giunti ha buone sensazioni. “I ragazzi trasformeranno la loro rabbia agonistica in energia positiva da buttare in campo e ce ne vorrà tanta perché il Frosinone in questo momento è la più squadra di tutte e ci vorrà un approccio importante – osserva l’allenatore – E’ molto cinica e sa capitalizzare molto bene ogni occasione. Dovremo stare attenti alla loro fisicità, soprattutto davanti. Però noi abbiamo qualità e bisogna sfruttarla. Sarà un match di grande livello e ci vorrà il miglior Perugia per avere la meglio”.

Out ancora per infortunio Cerri, Belmonte e Brighi. Rientreranno Bianco e Di Carmine con Falco da valutare. Ancora una volta qualche assenza di troppo. Giunti è abbottonato. “Ho il dubbio per le fasce – ammette – Del Prete ha fatto una partita ottima e Zanon (sono entrambi ex giallazzurri ndr) ha una grandissima esperienza. A centrocampo anche Emanuello si candida per una maglia. Bonaiuto? Sta facendo benissimo e mi dispiace molto per l’errore di Palermo. Ci potrà dare una grossa mano in futuro. E’ un giocatore in più a disposizione”.

Il Frosinone è molto aggressivo, al contrario del Perugia. “Non siamo una squadra muscolare perché non è nelle nostre corde – puntualizza – Basta vedere Han. Mette sempre il piede con personalità, ma non è malizioso. Martedì quando Struna lo ha toccato avrebbe dovuto rotolarsi a terra invece no”. Questa la probabile formazione del Perugia (4-3-1-2): Rosati; Zanon, Volta, Monaco, Del Prete; Bianco (Emmanuello), Colombatto, Bandinelli; Terrani; Han e Di Carmine.

 

ARBITRO. Sarà Eugenio Abbattista della sezione di Molfetta a dirigere Perugia. Gli assistenti saranno Andrea Tardino di Milano e Luigi Rossi di Badia Polesine, quarto uomo Andrea Mei della sezione di Pesaro.

 

POSTICIPO. Attraverso il comunicato n. 33, la Lega B rende noti anticipi e posticipi dall’8ª alla 13ª Giornata. Per il Frosinone l’unica variazione in occasione della trasferta di Novara. I canarini giocheranno in posticipo domenica 8 ottobre alle ore 20:30.

 

BABY AZZURRO. Il portiere della Primavera Giuseppe Marcianò è stato convocato dalla B Italia che ha in programma due amichevoli a Sendai, in Giappone. Marcianò è da quasi un anno al Frosinone, proveniente dalla Lodigiani. Venti ragazzi delle squadre Primavera partiranno infatti domani agli ordini di mister Massimo Piscedda per una tournée. La prima delle due gare sarà disputata il 26 settembre alle ore 19 contro il Sendai Ikuei mentre la seconda due giorni dopo, sempre alle 19, con il Vegalta Sendai squadra calcistica professionistica che milita in J. League 1, la massima serie del campionato di calcio giapponese. Entrambe le partite si giocheranno al Sendai stadium.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright