Ottaviani: ” Con Vicano e Mandarelli? Mai ! “

Nicola Ottaviani non vuole Impegno Civico nella maggioranza, non si fida, preferisce Frosinone nel Cuore.

Quando il sindaco di Frosinone ha capito che avrebbe avuto i numeri per approvare le delibere urbanistiche ha fatto saltare l’ipotesi di accordo che Forza Italia (il suo stesso partito) aveva costruito con Impegno Civico.

Gli sherpa Adriano Piacentini (capogruppo al Comune) e Danilo Magliocchetti (consigliere provinciale e comunale) avevano definito anche i dettagli: fuori Frosinone nel Cuore, dentro Impegno Civico. Fuori il vicesindaco Francesco Trina, dentro due assessori di Impegno Civico, uno come vicesindaco.

Poi però è arrivato Ottaviani e ha detto no.

No perché due consiglieri di Impegno Civico, Pasquale Cirilllo e Giovambattista Mansueto, rispondono politicamente al presidente della Saf Mauro Vicano, nemico giurato di Ottaviani.

No perché il capogruppo di Impegno Civico Riccardo Masecchia è un fedelissimo di Alessandra Mandarelli, ex assessore regionale che potrebbe essere candidata a sindaco “contro” Ottaviani.

No perché la frattura con il consigliere Vincenzo Savo non si può ricomporre.

No perché il consigliere Sergio Crescenzi amministra alcune deleghe e se vuole continuare a farlo dovrà votare per la maggioranza di Ottaviani.

No perché i tre consiglieri di Frosinone nel Cuore portano anche… Andrea Turriziani, ora nel Pd, ma cognato del vicesindaco Francesco Trina.

Così Ottaviani ha affondato il piano di Forza Italia.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright