Ottaviani già alla guida del Carroccio in Ciociaria

Domani a Fiuggi la presentazione di Movimento Italia: il primo cittadino cederà la guida ad un comitato di garanti “per evitare incompatibilità, rispetto al proprio ruolo di sindaco di riferimento della Lega di Salvini”. Strategia perfetta: è il progetto dell’Altra Italia, scartato dagli “azzurri”

“Dopo la presentazione di Fiuggi, il fondatore di Movimento Italia, Nicola Ottaviani, cederà la guida del think tank a un comitato di garanti, per evitare incompatibilità, rispetto al proprio ruolo di sindaco di riferimento della Lega di Salvini, nell’ambito del progetto generale di carattere più strettamente politico”. Nicola Ottaviani ha studiato tutto nei minimi dettagli. Disegnando una perfetta strategia politica.

Il suo ruolo è quello di “sindaco di riferimento della Lega di Salvini”. Dunque, nessuna incompatibilità tra i due progetti. La scelta politica è stata fatta, nel Carroccio e per il Carroccio. Movimento Italia è un’altra cosa, ha un altro respiro. Lo spiega lo stesso Ottaviani rilevando che “cresce l’entusiasmo attorno alla piattaforma online e al progetto politico, nato da un nuovo concetto di democrazia e partecipazione, di Movimento Italia, l’aggregazione dei moderati di centrodestra che riunisce gente comune, volontari e amministratori”.

Sarà lui ad illustrare il tutto domani a Fiuggi, a partire dalle 16.30, presso l’hotel Silva Splendid.

Perché “l’evento darà voce a testimonianze provenienti da realtà istituzionali, sociali e lavorative, delle categorie produttive, del volontariato e dell’associazionismo”. 

Nulla è stato lasciato al caso. Sottolinea il sindaco di Frosinone: “Il modello di democrazia partecipativa sostenuto da Movimento Italia, infatti, unisce, all’utilizzo degli spazi virtuali – attraverso i canali social e del sito movimentoitalia.it – la “materialità” dell’incontro in luoghi fisici dove incontrarsi, per generare idee e proposte a livello locale, regionale e nazionale. Sono invitati tutti i cittadini che desiderano partecipare alla vita democratica del nostro Paese, perché con Movimento Italia si apre una piattaforma non solo online ma fortemente ancorata alla concretezza e alla realtà, basata sulle proposte di sviluppo dei territori, partendo dalle comunità locali per arrivare fino a Roma”. 

Al comitato dei garanti, che sarà designato attraverso una consultazione online e una verifica del voto reale, con il metodo democratico delle primarie, prenderanno parte semplici cittadini, esponenti del volontariato, del mondo giovanile, del lavoro e delle imprese, insieme agli amministratori pubblici eletti a livello locale.

Sul piano politico con Ottaviani ci saranno sicuramente Riccardo Mastrangeli, Adriano Piacentini, Massimiliano Tagliaferri, Andrea Campioni. E tanti altri. Sullo sfondo, nelle vesti di padrone di casa, Alfredo Pallone, per tanti anni mentore politico di Ottaviani. E’ stato lui a indicarlo nel 2012 come candidato sindaco di Frosinone. Attraverso le primarie peraltro. Il Silva Splendid è casa sua.

Ma Pallone “fa politica” anche se apre una finestra per far cambiare l’aria.

Ottaviani è nella Lega: la partecipazione alla festa regionale del Carroccio a Latina, nel settembre 2018, fu il primo segnale. Sul palco con Matteo Salvini. Poi un percorso di avvicinamento lungo ma inesorabile. Nella Lega non ci sono correnti e infatti Movimento Italia resta fuori. Si tratta del progetto l’Altra Italia che Ottaviani voleva portare all’interno di Forza Italia. Era tutto pronto ad agosto, poi la brusca interruzione.

Adesso inizia un nuovo capitolo della storia politica del sindaco del capoluogo. Già lanciato per una candidatura alla Camera o al Senato. E, in tempi brevi, per la leadership politica della Lega in Ciociaria. Non personalmente forse. Ma i fedelissimi non mancano.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright