Ottaviani, l’uomo che può far saltare l’asse Abbruzzese – De Angelis

Il Cosilam lo ha confermato. L’asse politico forte e trasversale è quello formato dal consigliere regionale Mario Abbruzzese (Forza Italia) e dal presidente del Consorzio Asi Francesco De Angelis (Partito Democratico). Tanto più appare strano che fra le varie alleanze messe in discussione ce ne sia una sola, quella alla Provincia. Non le altre.

Chissà cosa starà pensando davvero il presidente Antonio Pompeo, dal momento che sono stati i consiglieri della sua maggioranza a mettere in discussione l’intesa con Forza Italia, portando l’argomento all’attenzione della direzione del Partito.

Fra pochi mesi si voterà per il rinnovo dei consiglieri provinciali, Pd e Forza Italia si fronteggeranno. Ma la vera mina vagante in grado di far saltare ogni equilibrio si chiama Nicola Ottaviani, sindaco di Frosinone. A maggio nel capoluogo si vota e Ottaviani ha già lanciato una campagna elettorale di forte contrapposizione nei confronti del Pd. In conferenza dei sindaci è stato lui a proporre la mozione che è stata poi approvata e sulla quale la maggioranza che regge il presidente Pompeo è franata.

In passato il sindaco di Frosinone è stato decisivo per l’elezione di Francesco De Angelis alla presidenza dell’Asi, ma adesso non conta più. Ottaviani sa che deve attaccare il Partito Democratico un giorno sì e l’altro pure e che non può fare distinzioni tra assi privilegiati.

Neppure se sono formati anche da Mario Abbruzzese

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright