Caos Forza Italia sulle candidature, scontro Ottaviani – Mandarelli. Quadrini convoca il Coordinamento

Le candidature alle Regionali stanno creando il caos in Forza Italia. Scontro tra Nicola Ottaviani e Alessandra Mandarelli. Gianluca Quadrini chiede la riunione urgente del Coordinamento Provinciale.

All’una e mezza della notte Nicola Ottaviani guarda i colonnelli della sua maggioranza. hanno appena finito la lunghissima riunione di pre Consiglio, nella quale preparare i lavori della prossima assise cittadina a Frosinone. Con gli occhi cerchiati dalla stanchezza, la cravatta allentata sulla camicia bianca sbottonata sul collo, dice: «Qui ci hanno preso per il culo tutti quanti». (leggi qui le indiscrezioni su Alessioporcu.it E Roma disse no ai candidati di Frosinone: salta pure Quadrini (Insider))

I candidati che Forza Italia sta paracadutando da Roma stanno avendo l’effetto di destabilizzare il Partito. E di creare tensioni nella sua maggioranza consiliare.

In mattinata il sindaco ha avuto una discussione molto accesa con Alessandra Mandarelli: c’è chi giura che abbiano alzato la voce, altre versioni parlano di veri e propri strilli.Perché l’ex assessore Regionale e Comunale di Frosinone ora si sente stretta. Aveva accettato la candidatura alle Regionali perché sapeva di poter contare sull’appoggio dell’amministrazione cittadina. E della sua enorme batteria di fuoco delle preferenze. In pochi giorni però è cambiato tutto: Roma ha riabilitato l’ex potentissimo assessore regionale e due volte deputato Antonello Iannarilli, poi ha messo in campo un altro pezzo da novanta dell’amministrazione Ottaviani e cioè Carlo Gagliardi. I margini si fanno sempre più stretti.

Chi ha assistito riferisce di una Alessandra Mandarelli molto contrariata. E di un Nicola Ottaviani altrettanto alterato. Al punto da urlare al telefono: «Non sei ancora partita con la campagna elettorale, non puoi aspettare che te vadano gli altri a cercarti i voti: lo farebbero pure ma vogliono vedere che ti stai impegnando e che giri».

L’ex assessore non se la tiene e ribatte, con altrettanta enfasi;: «Tu mi tieni solo come arma di ricatto: mi stai tenendo perché vuoi tenere sulla corda lo stato maggiore del Partito e dirgli o mi date il collegio Nord della Camera per uno dei miei oppure ritiro la Mandarelli».

 

LA COLLERA DI QUADRINI

Non è più serena la situazione nell’altro collegio. L’eroico presidente della Comunità Montana di Arce e capogruppo di Forza Italia alla Provincia Gianluca Quadrini ha scoperto che erano fondate le anticipazioni fatte nei giorni scorsi da Alessioporcu.it. Infatti, alla fine il suo nome non è tra quelli dei candidati.

A garantirgli la candidatura era Mario Abbruzzese. O almeno così rispondeva a tutti Gianluca Quadrini quando iniziavano ad emergere perplessità sulla sua possibile candidatura.

In giornata ha avuto una telefonata da Sergio Pirozzi: le liste dello Scarpone sono pronte ad accoglierlo. Una chiamata è arrivata anche dalla Quarta Gamba: pronti a rivedere gli assetti. Qualcuno dello staff assicura che abbiano telefonato anche dal centrosinistra.

Il presidente Quadrini in tarda mattinata ha preso la carta intestata ed ha scritto la richiesta di convocazione urgentissima del Coordinamento Provinciale di Forza Italia.

«I conti li dobbiamo fare subito» ha tuonato Quadrini.

Ha una convinzione: è la stessa di Nicola Ottaviani, «Qui ci hanno preso per il culo tutti quanti»

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright