Ottaviani e i 4 moschettieri: così verso la successione

Da segretario della Lega il sindaco dovrà avere una visione ancora più politica. Dalla sua parte Adriano Piacentini, Danilo Magliocchetti, Riccardo Mastrangeli, Massimiliano Tagliaferri. Puntano ad una linea unitaria in vista del sicuro ballottaggio.

Adesso ha un incarico politico. E che incarico politico: Nicola Ottaviani è il segretario provinciale della Lega. Questo non cambia la volontà di procedere con le primarie per la scelta del prossimo candidato sindaco di Frosinone, ma sicuramente incide sulle valutazioni e sulle alleanze. Molto è già cambiato.

Nel capoluogo c’è già un asse di ferro tra il presidente del Consiglio Comunale e sub commissario di Forza Italia Adriano Piacentini e il capogruppo del Carroccio Danilo Magliocchetti. Entrambi sono dei fedelissimi di Ottaviani. Come anche gli assessori Riccardo Mastrangeli e Massimiliano Tagliaferri. Da questo nucleo verrà scelto uno dei candidati a sindaco.

Dove vanno i civici

Gianfranco Pizzutelli, presidente nazionale del Polo Civico

Per il resto del centrodestra si dovrà vedere. Intanto le scelte del Polo Civico di Gianfranco Pizzutelli, se cioè sarà ancora alleato del centrodestra oppure no. Ma pure l’atteggiamento della Lista per Frosinone di Antonio Scaccia, piuttosto fredda nei confronti di Ottaviani negli ultimi tempi. Poi Fratelli d’Italia, dove milita Domenico Fagiolo, pronto ad attaccare il sindaco su ogni tema.

Nicola Ottaviani come segretario della Lega cercherà di aggregare il più possibile, attraverso le Primarie. Se però non dovesse riuscirci non forzerà la situazione, perché la prossima volta si andrà quasi sicuramente al ballottaggio, dove a riunirsi sarà soprattutto l’elettorato di centrodestra.

Ecco il motivo per il quale Danilo Magliocchetti, Adriano Piacentini, Riccardo Mastrangeli e Massimiliano Tagliaferri sono convinti che se loro restano uniti, alla fine potranno arrivare al ballottaggio. E lì giocarsi la partita. (Leggi qui Ottaviani, De Angelis e la futura battaglia politica del capoluogo).

La sfida della Lega

Nicola Ottaviani e Francesco Zicchieri

C’è poi un elemento in più, vale a dire la voglia di Ottaviani di fare una lista forte della Lega. Più anche altre civiche. In modo da dimostrare ai vertici del Carroccio di avere un radicamento sul territorio tale da meritare una candidatura alla Camera o al Senato.

La candidatura a sindaco del centrodestra è una partita che si gioca all’interno della coalizione. Sarà una sorta di turno “preliminare”. Poi le elezioni vere e proprie avranno bisogno dei tempi supplementari.

Così Nicola Ottaviani vuole preparare la successione.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright