Ottaviani tra i Partiti e le liste civiche

La mossa del capogruppo di Forza Italia Riccardo Masecchia mette in evidenza le differenze tra l’impostazione dei partiti del centrodestra e quella del Polo Civico. Gli spazi di manovra sono ridottissimi.

L’iniziativa di Riccardo Masecchia, capogruppo di Forza Italia al Comune di Frosinone, va inquadrata in un contesto di centrodestra che va analizzato seriamente. (Leggi qui: Forza Italia fischia il timeout ad Ottaviani: stop al rimpasto).

Masecchia dice al sindaco Nicola Ottaviani e alla maggioranza che bisogna ragionare seriamente e con calma sull’opportunità di revocare le deleghe all’assessore Fabio Tagliaferri (Fratelli d’Italia) perché bisogna considerare l’intero percorso della coalizione di centrodestra: passato, presente e futuro. A giugno 2022 si vota e Nicola Ottaviani non può prescindere dal ruolo di coordinatore provinciale della Lega. Sia che si celebreranno le primarie sia che invece si andrà alla sintesi sui tavolo romani, il punto è rappresentato dal centrodestra che ha sostenuto Ottaviani. (Leggi qui Il Polo Civico a Ottaviani: revochi le deleghe).

La difficile mediazione di Ottaviani

Riccardo Masecchia

L’attuale sindaco è stato bravissimo a tenere tutti insieme, partiti e civici innanzitutto. Ma dopo di lui sarà la stessa cosa? Non è scontato.

Forza Italia intanto ha voluto lanciare un segnale a Fratelli d’Italia. Non in funzione anti Lega, ma comunque per far capire che se davvero si vuole continuare a ragionare in termini di centrodestra, allora è necessario tenere tutto insieme anche adesso.

Il rimpasto di giunta viene chiesto dal Polo Civico per una questione di rappresentanza legata al risultato elettorale. Ineccepibile. Ma altrettanto ineccepibile è la richiesta di Fratelli d’Italia di sottoscrivere adesso un documento di lealtà al centrodestra anche per il futuro. Perché giugno 2022 è domani mattina.

Le difficoltà vere

Gianfranco Pizzutelli (Polo Civico)

Tra queste due posizioni c’è tutta l possibile difficoltà della maggioranza in questi ultimi mesi di consiliatura. Perché in aula arriveranno delibere importanti e serviranno almeno 17 voti sui 21 che sono sulla carta. Il Polo Civico ha 4 consiglieri, Forza Italia e Fratelli d’Italia insieme altrettanti. Non mancano i “ribelli”. Insomma, non sarà semplice.

L’iniziativa di Forza Italia tende a rimettere al centro della scena i tre Partiti del centrodestra. Bisognerà vedere quali saranno le risposte di Nicola Ottaviani, perfettamente consapevole che però alla fine non bastano i Partiti per vincere le elezioni comunali a Frosinone. Il punto è che all’interno della maggioranza il tasso di conflittualità latente può esplodere da un momento all’altro.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright