La benedizione del papa alla Raggi che spiazza Zingaretti

FOTO © CARLO LANNUTTI / IMAGOECONOMICA

Il Pontefice ha stima per la sindaca di Roma. E si sbilancia anche il presidente della Cei Gualtiero Bassetti. Attenzione perché gli aneddoti vaticani pesano anche più dei sondaggi che danno Bertolaso vincente su Calenda. Con la Raggi staccata.

Tutto ciò che avviene in Vaticano ha un senso, soprattutto sul piano politico. Perfino se viene ignorato dalla maggior parte dei media. Martedì pomeriggio, Oltre Tevere, Papa Francesco ha presentato in questo modo Virginia Raggi al suo “fratello” Bartolomeo, patriarca di Costantinopoli: «Questa è una donna forte e combattiva. E ha anche un figlio bellissimo». Lo ha riferito il Foglio Quotidiano.

La simpatia e la stima di Bergoglio nei confronti della sindaca non sono una novità. Stupisce che quasi nessuno abbia riportato l’accaduto. Anche se la “spia” si era comunque accesa visto che poche ore dopo Luigi Di Maio aveva martellato sui social. Ribadendo che per i Cinque Stelle la candidata resta Virginia Raggi.

Papa Francesco © Stefano Spaziani / Imagoeconomica

Il Foglio ha riferito che l’incontro è avvenuto in piazza del Campidoglio, sotto alla Lupa. E davanti alla lunga scalinata dell’antica basilica di Santa Maria di Aracoeli. Luogo altamente simbolico, che profuma di storia ma anche di senso mistico. Ha scritto Il Foglio: «Parole piene di affetto e stima, quelle del pontefice nei confronti della sindaca grillina. Parole che hanno confermato ciò che tutti sanno in Comune e Oltretevere. Ma che, vista la solennità del contesto, hanno lasciato il segno».

“Avanti sindaca Raggi, avanti”

«Alla preghiera per la pace hanno partecipato il presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Poi il governatore Nicola Zingaretti e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Anche Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, quando ha incrociato Raggi l’ha spronata: “Avanti, sindaca, avanti”. Piccoli aneddoti rivelatori che in Campidoglio conservano con gelosia e senza volerli particolarmente ostentare. Tuttavia si susseguono e si sedimentano».

Nicola Zingaretti Virginia Raggi Foto © Imagoeconomica / Rocco Pettini

Ed è proprio così. Aneddoti che hanno fatto la storia quelli registrati in Vaticano. Figuriamoci la cronaca politica.

Però sempre in settimana, nel corso della puntata di Piazza Pulita, sono stati diffusi i dati di un sondaggio di Index Research. Semplice la domanda: “Chi voteresti come sindaco di Roma?”. Nella coalizione di centrodestra, tra i vari nomi ipotizzati c’è quello di Guido Bertolaso, già capo della protezione civile nazionale.

Guido asso occulto

Ecco, Guido Bertolaso otterrebbe il 45%, Carlo Calenda il 41%. Notevolmente staccata la sindaca uscente,Virginia Raggi, che non andrebbe oltre il 15%. Ora, la candidatura a sindaco di Guido Bertolaso non sta scritta da nessuna parte al momento. Ma può rappresentare un’idea per il centrodestra. Mentre Carlo Calenda non è riuscito a convincere Nicola Zingaretti e il centrosinistra a sostenerlo. (Leggi qui Calenda, il grande gelo dopo la candidatura).

Guido Bertolaso

Certamente Virginia Raggi esce ridimensionata dal sondaggio.

Ma dopo aver incassato la “benedizione” di Papa Francesco, può perfino convincere Zingaretti a sostenerla. Fantapolitica? Chissà, lo vedremo.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright