Parla Costanzo, gli altri si alzano ed escono

Sarà stato un caso. O un ulteriore segnale di quanto sia profonda la spaccatura interna al Partito Democratico.

Scenario: la sala intitolata al senatore Pier Carlo Restagno nel palazzo municipale di Cassino. L’evento: i Giovani Democratici si confrontano sul referendum costituzionale d’autunno, per riflettere e decidere come votare.

Dopo gli interventi del professor Marco Plutino (docente di Diritto Costituzionale) e di Giuliano Giannichedda (avvocato del foro di Cassino), parla il segretario provinciale del Partito Democratico Simone Costanzo.

Appena il moderatore Paolo Iovine gli cede il microfono ed il segretario inizia a parlare, si alzano e lasciano la stanza il consigliere regionale Marino Fardelli, il vice segretario del circolo cittadino commissariato Ernesto Polselli, l’ex direttore generale della Provincia Luigi Russo,  lex assessore alle Finanze Enzo Salera, i consiglieri Danilo Picano e Terranova .

Sono usciti dalla sala, platealmente hanno voltato le spalle al segretetario. E per tutta la durata del suo intervento hanno parlato tra loro.

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright