Pd, ecco i sub commissari: il capolavoro di Fantini

Designati i sub commissari del Pd. Angelo Pizzutelli a Ceccano, Gianni Fantaccione a Pontecorvo, Adamo Pantano a Sora. Perché Fantini e Martini hanno scelto loro. Il segnale politico: all'interno del Pd ed al suo esterno

La parola d’ordine è equilibrio. Per costruirlo, Luca Fantini ha impiegato giorni di trattative, telefonate, videochat. Spostando i pesi di volta in volta per riuscire a tenere tutto in maniera bilanciata. È stato così che ha definito l’elenco dei sub commissari provinciali che dovranno governare la ricostruzione delle Sezioni Pd di Sora, Ceccano e Pontecorvo.

Pizzutelli a Ceccano

Angelo Pizzutelli

I nomi verranno ufficializzati nelle prossime ore. Per Ceccano è stato scelto Angelo Pizzutelli: consigliere comunale di Frosinone, recordman di preferenze nel Pd, formatosi politicamente alla scuola socialista e poi entrato nell’universo Dem. Vicino a Pensare Democratico di Francesco De Angelis – Sara Battisti – Mauro Buschini ma con una linea di dialogo aperta con Base Riformista di Antonio Pompeo.

La scelta di Angelo Pizzutelli è legata anche alla sua provenienza socialista. Una realtà che a Ceccano ha avuto storicamente un peso politico molto forte, alternandosi per anni con il Pci – Pds – Ds – Pd al governo della città. Conosce l’ambiente, ne conosce le insidie, gli spigoli, l’orgoglio, il carattere. Sotto questo aspetto è il sub commissario più diplomatico che fosse possibile mettere in campo. E la scelta di Fantini in questo senso è chiara: vuole una ricostruzione autorevole, solida, che vada in profondità e sia capace anche di riannodare le alleanze.

Non sarà un incarico facile. Perché porterà Angelo Pizzutelli a confrontarsi con situazioni incrostate da tempo: la posizione di Giulio Conti che reclamava una candidatura a sindaco dopo avere determinato la caduta del centrodestra; la spaccatura con il mondo di sinistra rappresentato da Emanuela Piroli culminata in una doppia candidatura a sindaco; inoltre la decisione di appoggiare un candidato sindaco che proveniva da una cultura più centrista (l’ex presidente d’Aula Marco Corsi) ha spaccato ulteriormente. Infine c’è la riconciliare con Base Riformista, schierata per l’esposizione del simbolo anziché il ricorso ad una civica. (Leggi qui La lezione delle Comunali / Ceccano).

Fantaccione a Pontecorvo

Gianni Fantaccione

Una scelta che va nella direzione dell’unità è quella che ha portato Gianni Fantaccione al ruolo di sub Commissario per il circolo di Pontecorvo. Assessore comunale a Castrocielo, è esponente di Base Riformista ed è vicinissimo anche all‘ex Segretario provinciale Simone Costanzo.

Conosce molto bene il quadro politico finito in frantumi a Pontecorvo. Il suo compito sarà di riaccendere un dialogo tra le tre sensibilità del Partito che si sono divise al momento di scegliere la strategia per le Comunali.

Una parte (riconducibile a Pensare Democratico) ha lasciato il Pd e si è candidata con il sindaco uscente Anselmo Rotondo (Forza Italia). Ed è la parte che ha vinto. Un’altra parte ha scelto di candidarsi schierando una civica, guidata dalla dottoressa Annalisa Paliotta. Ciò che è rimasto del Pd (tutto riconducibile a Base Riformista) ha scelto di candidare come sindaco Gabriele Tanzi. Mentre la Paliotta è entrata in Consiglio, il candidato espresso dal Pd non ha conquistato nemmeno l’accesso in Aula consiliare. (lezione La lezione delle Comunali / Pontecorvo)

Impegnato nel terzo Settore, vicinissimo al mondo cattolico, Gianni Fantaccione a Pontecorvo avrà bisogno di molte preghiere.

Un Pantano per Sora

Adamo Pantano

Adamo Pantano, sindaco di Posta Fibreno, è il sub commissario scelto per il circolo di Sora. Fa parte di Pensare Democratico ma dell’ala più dialogante ed amministrativa.

A Sora ha moltissime entrature, tanti sostengono che sarebbe addirittura in grado di allestire una lista civica competitiva.

Tra i tanti papabili sub Commissari, Pantano ha il vantaggio di essere conosciuto per la sua capacità di dialogo e di aggregazione. Un elemento che ha pesato molto nella scelta presa dal commissario Stefania Martini d’intesa con il Segretario provinciale. Perché Adamo Pantano è in grado di indicare una strategia al tempo stesso realistica e vincente per le prossime elezioni comunali di Sora. Perché sa chi sta con chi, chi potrebbe starci, con chi è opportuno parlare e chi bisogna evitare. Gode di considerazione in maniera trasversale da tutte le parti in campo. (Leggi qui Pd alla resa dei conti e la guerra di Maria Paola).

L’equilibrio con i commissari

Viste nel loro insieme, le nomine dei tre sub commissari sono un esempio di unità del Pd. Perché garantiscono tutte le sensibilità. Formalmente, il segretario provinciale Luca Fantini (Pensare Democratico) nella sua veste di Commissario indica a Pontecorvo un sub commissario di Base Riformista; al tempo stesso la presidente provinciale Stefania Martini (Base Riformista) nella sua veste di Commissario indica a Sora un sub commissario di Pensare Democratico.

Un intreccio che piacerebbe molto a Nicola Zingaretti.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright