Pd in Ciociaria, la dura legge di Pensare Democratico

Francesco De Angelis presidente del Consorzio industriale regionale unico, l’abbraccio tra Nicola Zingaretti e Mauro Buschini, l’avanzata di Sara Battisti: in Ciociaria la corrente del grande capo (De Angelis) continua a dare le carte. Dopo aver superato la tempesta perfetta rappresentata dall’onda mediatica del concorso di Allumiere.

Il via libera della giunta regionale al nuovo Consorzio industriale unico del Lazio e l’abbraccio di Nicola Zingaretti e Mauro Buschini a Collepardo. Il tutto nel giro di poche ore. Più che un segnale. Un timbro che certifica come Pensare Democratico mantenga salda la leadership in provincia di Frosinone. Sulla base di numeri e fatti, di risultati e di prospettive. (leggi qui La giunta dice si al Super Consorzio Industriale e leggi anche L’abbraccio di Nicola e Mauro: “Mai dubitato di lui”).

Il gioco di squadra di De Angelis

Francesco De Angelis

Il leader Francesco De Angelis è uno che crede nel gioco di squadra e che sa quando è il momento di sparire dai riflettori. Lo ha fatto quando è scoppiato il caso del concorso di Allumiere, poi ridimensionato per la verità. Ha pagato un prezzo notevole: le dimissioni di Mauro Buschini da presidente del consiglio regionale. Ma in quel preciso momento ha deciso che sarebbe arrivato presto il momento della risalita. La sua prossima nomina a presidente del Consorzio industriale regionale unico rappresenterà l’ipoteca politica sul “peso” anche nei prossimi anni.

Per il resto Pensare Democratico ha mantenuto tutte le posizioni: quella di Sara Battisti (eletta presidente di commissione regionale), quella di Mauro  Buschini (consigliere regionale di riferimento), quelle di Lucio Migliorelli (presidente della Saf) e di Marco Delle Cese (numero uno del Cosilam). Quelle dei sindaci e dei tanti amministratori che fanno riferimento alla corrente. Il segretario provinciale Luca Fantini, zingarettiano ma anche buschiniano di ferro, ha rappresentato l’anello di congiunzione nel momento più complicato.

Pensare… in prospettiva

Battisti, De Angelis, Zingaretti, Buschini

Alla fine ha avuto ragione lui. In provincia di Frosinone ancora una volta Pensare Democratico ha dimostrato di avere una maggioranza inattaccabile, conquistata sul campo attraverso l’elezione di sindaci, consiglieri e amministratori locali. E’ Francesco De Angelis a decidere su chi convergere: lo ha fatto con Ignazio Marino, poi con Matteo Orfini. Quindi con Nicola Zingaretti. E quell’asse di ferro con Zingaretti resta imprescindibile pure in questo momento.

Ci sono stati giorni in cui l’onda mediatica di quella che i giornali hanno definito Concorsopoli sembrava una tempesta perfetta. Poi però tutto si è ridimensionato e allora la politica ha ripreso i suoi spazi.

Si riparte da Pensare Democratico.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright