Pd, scoppia la pace. Pompeo con De Angelis: «Basta conte interne»

Foto: © Roberto Vettese

Il presidente della Provincia, a margine della trasmissione A Porte Aperte, coglie il messaggio di pace lanciato nelle ventiquattr'ore precedenti dal leader di Pensare Democratico, Francesco De Angelis. “Basta conte interne al Pd"

«È quello che sto predicando da mesi, figuriamoci se posso non essere d’accordo»: Antonio Pompeo, presidente della Provincia di Frosinone e dell’Unione delle Province del Lazio coglie al volo la fronda di olivo sventolata nelle ore scorse da Francesco De Angelis.

Tregua. Fine della eterna conta interna nel Partito Democratico. Basta con la sfida fratricida senza quartiere pure alle Comunali. Il leader di Pensare Democratico (la componente Dem maggioritaria) mercoledì sera lo aveva detto durante il riunione dei suoi colonnelli per lanciare la campagna elettorale delle Europee. (leggi qui De Angelis, guerra (per le Europee) e pace (per le Comunali) ).

Francesco De Angelis aveva detto

«Il Partito Democratico è uno solo: deve finire l’ora delle conte interne. Non possiamo perdere il nostro tempo in un inutile e continuo confronto: l’avversario è fuori dal Pd ed è lì, all’esterno, che si deve fare la contaCi dobbiamo contare sui i voti del Cinque Stelle e della Lega».

La risposta di Antonio Pompeo è arrivata dagli studi di Teleuniverso, a margine della trasmissione A Porte Aperte.

«È quello che dico da mesi. Non più tempo di conte al nostro interno – spiega Antonio PompeoUn Pd pacificato può andare molto più lontano, aprirsi a quei settori della società che fino ad oggi si son o sentiti esclusi e lontani dal nostro dibattito».

I due leader in realtà sanno benissimo che in questo momento non possono permettersi né una conta né una guerra interna. Perché il loro obiettivo è quello di proiettarsi fuori dal territorio provinciale. Percorrendo strade diverse.

Francesco De Angelis punta a far diventare Pensare Democratico una forza di dimensione regionale, capace di dare una adeguata base politica al suo incarico di commissario per l’unificazione dei Consorzi Industriali del Lazio. Antonio Pompeo punta a diventare il riferimento nel Lazio per l’Unione delle Province. Non è un caso che sia lui a portare avanti il dibattito a Montecitorio per la riforma delle Province, a nome dell’Upi. Con l’obiettivo di arrivare a poter rivendicare una candidatura alla Camera.

In questo momento la conta interna non conviene. Serve pesarsi sullo scenario delle Europee. Per far capire a tutti la reale consistenza del proprio voto.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright