I tre giorni del Condor per il Pd a Frosinone

CORRADO TRENTO per CIOCIARIA EDITORIALE OGGI

Non saranno i tre giorni del condor di Sydney Pollack, ma certamente da lunedì 12 a mercoledì 14 dicembre il Partito Democratico provinciale ha un trittico di appuntamenti mica da ridere.

Si comincia lunedì alle ore 17, quando nella sede della Federazione sono stati convocati tutti i sindaci del Pd e dell’area di centrosinistra. Il tema della discussione è l’esame della situazione relativa al servizio idrico e all’Ambito territoriale del gas. Questo perché l’assemblea dei sindaci sull’acqua sarà posticipata di un giorno. Da lunedì a martedì. Inizio previsto dei lavori alle ore 12. All’ordine del giorno due temi cruciali. Il primo: il piano tariffario 2016-2019 (la diffida dell’Autorità nazionale all’Ato 5 scade il prossimo 17 dicembre). Il secondo: l’esame della proposta di delibera sulla risoluzione della convenzione con Acea, presentata da 13 primi cittadini. Quelli di Ceccano, Boville Ernica, Frosinone, Piedimonte San Germano, Rocca d’Arce, Villa Santa Lucia, Ripi, Fiuggi, Arnara, Pescosolido, Strangolagalli, Cassino e Sora.

Dopo tre sedute di fila nelle quali è passata la linea dei sindaci del centrodestra, una ulteriore sconfitta aprirebbe una inevitabile resa dei conti nel Partito Democratico. Lo sa benissimo Antonio Pompeo, presidente della Provincia e dell’Ato 5.

Fra le altre cose mercoledì 14 dicembre, alle ore 17.30, riunione della direzione provinciale dei Democrat. All’ordine del giorno l’analisi del voto referendario in provincia di Frosinone e la discussione sulle elezioni provinciali del prossimo 8 gennaio. Si parlerà pure della costituzione di un circolo nel Comune di Rocca d’Arce e di un tema denominato “buona prassi amministrativa”. L’argomento è il bilancio partecipato e verranno illustrate le esperienze dei Comuni di Veroli e Ceprano. Fin troppo evidente il “filo rosso” che lega l’esito del voto dell’assemblea dei sindaci alle provinciali di gennaio. Perché il Pd ha l’esigenza di provare ad invertire il trend, sapendo bene che il centrodestra può puntare ad ottenere la maggioranza anche attraverso il meccanismo del voto ponderato alla Provincia.

Sullo sfondo poi gli scenari legati alle possibili elezioni politiche anticipate, ma pure alle regionali. Si potrebbero prospettare, tra gli altri, due “derby” da brivido: Francesco De Angelis- Francesco Scalia al Senato, Mauro Buschini-Antonio Pompeo alla Regione.

 

SCARICA DA QUI LA APP PER TUTTI I SERVIZI DI CIOCIARIA OGGI

Ciociaria Oggi

§

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright