Pd, va via l’ex vice presidente Vacana: “Non c’è cambiamento”

Il Partito Democratico perde un altro pezzo. In serata ha annunciato di avere rassegnato le proprie dimissioni da ogni incarico politico Luigi Vacana, già vice presidente provinciale del Pd.

L’annuncio è stato fatto sulla sua bacheca Faceboook: una sola riga, “Coerente con me stesso da sempre. Lascio il partito Democratico“.

Vacana oltre a ricoprire l’incarico di vice presidente del Partito è stato il consigliere più votato alle scorse comunali di Gallinaro, alle Provinciali è risultato il più votato nella fascia dei piccoli Comuni.

A chi gli chiedeva le motivazioni della scelta, a caldo, ha risposto “Basta. Il solo modo per cambiare il Pd è non votarlo“. Il problema sono gli spazi politici: a quelli della sua squadra Vacana ha confidato “Ero tentato di candidarmi alla segreteria contro l’accordo unitario tra Scalia e De Angelis, ma per far cosa? Non ci sono spazi per il cambiamento

In serata ha dichiarato ad Alessioporcu.it: “Era più difficile restare che andar via. Il Partito Democratico in provincia di Frosinone, dalla nascita, ha soprattutto pensato ai propri equilibri interni. La gente chiede tutt’altro. E’ dal basso che va costruita una forza riformista in grado di ridare fiducia ai cittadini e ai giovani in particolare. Non sono le tessere ed i congressi fatti a tavolino a risollevare le sorti di un territorio. La Ciociaria merita maggiore rispetto ed una maggiore concreta attenzione, anche a Roma. Una classe dirigente invecchiata e inossidabile, attenta a garantire soprattutto la propria sopravvivenza, non è certo in grado di vincere le sfide che la società ed il momento impongono“.

Le indiscrezioni danno Vacana vicino alla nuova area politica che sta prendendo forma a sinistra del Partito Democratico.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright