Picano: “Mi mancano tanto i grandi personaggi”

Il caso Sora e lo scontro per la scelta del candidato sindaco. Cassino ed il suo ruolo. La provincia di Frosinone senza idee e progetti. La politica di oggi con gli occhi di un gigante di ieri.

Alberto Simone

Il quarto potere logora chi lo ha dato per morto

La classe dirigente di oggi? Più debole, meno rappresentativa. Angelo Picano è tra gli uomini che hanno partecipato al boom economico del Cassinate: quello innescato dalla partita che Giulio Andreotti vinse realizzando in Ciociaria lo stabilimento Fiat, costruito su una visione di lungo termine. Come l’università, le infrastrutture, la fibra ottica teorizzata quando ancora era troppo presto e gli elettori nemmeno capivano di cosa parlasse. Guardando con quegli occhi la classe dirigente di oggi l’ex sottosegretario di Stato che inventò il Gratta e Vinci nota con rammarico come oggi in politica contano più i like della sostanza, più le frasi ad effetto nei Tweet che i progetti realizzati. (Leggi qui Angelo Picano, il senatore dalle idee troppo geniali… scambiate per fregnacce).

Angelo Picano

Politica come strumento per realizzare, guidare lo sviluppo: non come potere. Per questo al figlio Gabriele, avvocato e vice presidente provinciale di Fratelli d’Italia, non consiglia di dedicarsi solo ed esclusivamente alla carriera forense, ma di proseguire anche in quella politica.

Ai tempi di Angelo Picano il Cassinate esprimeva l’intera classe dirigente provinciale: presidenti della provincia, consiglieri regionali, presidenti della camera di commercio, sottosegretari, segretari provinciali del Partito più grande. Oggi l’asse si è invece spostato al nord della provincia.

Senatore, cosa é cambiato?

Ora c’è una classe dirigente più debole e meno rappresentativa. Sarebbe opportuno che si dedicassero alle soluzioni dei grandi progetti soprattutto per le infrastrutture della Provincia”. 

Ma il problema sono gli uomini o i Partiti? 

Certamente c’è stato uno scombussolamento nella composizione e nella rappresentanza dei Partiti. Gli elettori cambiano rapidamente il loro orientamento politico proprio perché non hanno fiducia stabile nei partiti che li rappresentano”. 

Sora in questi giorni mette in luce che i ras locali contano più dei Partiti, era così anche ai suoi tempi?  
Il senatore Angelo Picano tra i senatori Giovanni Spadolini e Giulio Andreotti

Ai tempi nostri i Partiti erano autorevoli e contavano ed erano condizionanti i loro orientamenti”. 

Come è cambiata la politica a livello nazionale? 

C’è meno ideologia e più praticità che finisce per confondere le posizioni. Le ideologie conferivano ai vecchi Partiti maggiore autorevolezza”. 

Sta dicendo che oggi invece conta più un like che la capacità di governare?

Sì, sembra che contino più i like. Ma quando vai alle elezioni non servono a niente perché conta la capacità di prevalere con le idee

Molti non hanno capito che la politica e l’amministrazione sono su due livelli differenti. Cosa rimpiange del passato? 

Intanto c’era la cortina di ferro che distingueva nettamente le posizioni ad ideologia comunista fra quelli ad ispirazione democratica. Rimpiango l’assenza di grandi personaggi”. 

Cosa avrebbe voluto di ciò che c’è oggi?

La globalizzazione e l’avanzamento tecnologico mancavano ai miei tempi”.

Gabriele Picano
A suo figlio Gabriele consiglia di proseguire la carriera politica o concentrarsi su quella forense? 

L’ideale sarebbe poter fare le due cose però bisogna fare delle scelte di tempo per non investire vanamente il tempo che si dedica alla politica. La scelta quindi spetta a lui.

Secondo lei come verrà ricordato tra 100 anni Angelo Picano? 

Spero di aver lasciato una testimonianza visibile di opere compiute con la politica in favore della Provincia di Frosinone

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright