Pierpaola, il direttore chiamato per trasformare la Asl in una Ferrari

Il nuovo Direttore Amministrativo della Asl di Frosinone viene dal team che stava con Bersani. In Regione Lazio ha lavorato con De Angelis nel 2006. Rivoluzionando l'Internazionalizzazione. Convincerla a lasciare Bologna per spostarsi a Frosinone non è stato facile. Le hanno proposto una sfida. L'abilità del manager Lorusso nel fare centro

Ha fatto parte del dream team di Pierluigi Bersani quando era ministro e sfornava riforme una dietro l’altra. Lei era nel gruppo dei ragazzini terribili che sfornavano idee per l’Italia guardando il mondo con occhi diversi. Una volta caduto il Governo Prodi e tornato Silvio Berlusconi a Palazzo Chigi, si fece avanti Francesco De Angelis, fresco ministro regionale delegato alle Attività Produttive al Commercio e all’Internazionalizzazione. Fu lui a smuovere mari e monti pur di avere nella sua squadra la dottoressa Pierpaola D’Alessandro. La mise a capo dello Sprint Sportello Regionale Internazionalizzazione del Lazio. E poi la nominò Direttore Operativo dell’Agenzia di Sviluppo. Oggi il Lazio è tornato nel suo destino: sarà lei il prossimo direttore amministrativo della Asl di Frosinone.

Il direttore generale della Asl di Frosinone Stefano Lorusso. Foto © Giornalisti Indipendenti

L’ha scelta il manager Stefano Lorusso. Faticando le proverbiali sette camicie per convincerla. C’è riuscito solo facendole vedere il progetto che vuole realizzare in Ciociaria: una sanità di alto livello integrata alla perfezione con le eccellenze romane.

La dottoressa Pierpaola D’Alessandro ha esperienza da vendere in campo sanitario: è direttore del Servizio Amministrativo della Ricerca presso l’Azienda Sanitaria di Bologna. In Emilia Romagna ha coordinato i settori che si occupano di innovazione e organizzazione.

Perché la scelta è caduta su di lei? Un curriculum sterminato, esperienza specifica, conoscenza del campo. Ma la parola chiave è un’altra: innovatrice. Lo stil professionale del neo direttore amministrativo della Asl è quello della persona che non si adagia su ciò che trova. Ma lo innova, lo modernizza, lo vuole più smart e più efficente.

Chi la conosce e ci ha lavorato accanto assicura che sia appassionata di buona amministrazione e per lei ogni pratica deve essere una best pratic. Ruvida, concreta, preferisce la sostanza e se qualcosa non le garba non lo manda a dire: lo dice lei, anche a brutto muso.

L’ingresso della Asl di Frosinone

Pare che si sia convinta proprio perché ha capito che a Frosinone c’è molto da innovare. Pare che Stefano Lorusso le abbia fatto lo stesso ragionamento che Jean Todt fece al giovane Michael Schumacher: “Vincere il titolo con la McLaren è da campioni, vincerlo con la Ferrari è entrare nella storia dell’Automobilismo”.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright