Qualcuno non vuole Pizzutelli all’Asi

C'è maretta nel Centrodestra. Al punto che per questa sera a Frosinone il sindaco Ottaviani ed il coordinatore Piacentini hanno convocato una riunione di maggioranza. Il patto dell'Edra per portare Pizzutelli nel CdA del Consorzio Asi. Che ora vorrebbero far saltare.

Qualcuno non vuole Gianfranco Pizzutelli. Non lo vuole nel nuovo board del consorzio industriale Asi di Frosinone. Che verrà eletto tra pochi giorni.

 

Il problema è politico

Il problema è tutto interno alla politica ed al centrodestra. Non riguarda la componente imprenditoriale che si prepara a definire i nuovi assetti dell’ente.

A storcere il muso è quella parte del centrodestra convinta che Gianfranco Pizzutelli ed il suo Polo Civico abbiano già ricevuto un adeguato riconoscimento per il grande successo elettorale avuto alle scorse Comunali di Frosinone e per l’importante supporto così fornito alla rielezione di Nicola Ottaviani.

«Ha eletto quattro consiglieri ma è vero pure che ha due assessori in giunta tra cui il vice sindaco» ha tuonato chi vorrebbe un nome diverso a rappresentare il Comune di Frosinone all’interno dell’ente che si occupa delle aree industriali in tutto il nord della provincia di Frosinone.

 

Il caso Sellari

Il timore è che possa ripetersi quanto accaduto dopo l’elezione del management ora in scadenza. Quella volta il Comune di Frosinone indicò Luca Sellari, in base allo stesso principio che oggi lo sta portando a votare Gianfranco Pizzutelli. E dopo l’elezione di Sellari in seno all’Asi gli equilibri all’interno della maggioranza Ottaviani furono tutt’altro che saldi.

«Ocorre un impegno politico» è stato detto al coordinatore provinciale di Forza Italia Adriano Piacentini. Stesso concetto è stato ribadito al sindaco Nicola Ottaviani: «Perché alle scorse elezioni Pizzutelli ha fatto votare Pasquale Ciacciarelli alla Regione ed i candidati della Lega alla Camera dei Deputati. O è dei nostri o non lo è».

 

Il patto dell’Edra

Il patto per la candidatura di Gianfranco Pizzutelli venne sancito con una stretta di mano il 2 marzo scorso, sul finire dell’ultimo giorno di campagna elettorale. Nella hall dell’Edra Palace di Cassino intorno alle 22.30 si strinsero la mano Mario Abbruzzese, Nicola Ottaviani, Pasquale Ciacciarelli e Adriano Piacentini. Il posto patto prevedeva che Pizzutelli garantisse a Ciacciarelli i suoi voti nella corsa per la conquista delle elezioni Regionali. In caso di vittoria della coalizione di centrodestra guidata da Stefano Parisi, l’allora dominus di Forza Italia Mario Abbruzzese si impegnava a fare in modo che fosse la Regione Lazio ad esprimere l’indicazione per Gianfranco Pizzutelli all’Asi, andando ad occupare il posto di competenza regionale; in caso di vittoria di Nicola Zingaretti o Roberta Lombardi, sarebbe stato Nicola Ottaviani a farsi carico dell’indicazione.

 

Oggi la riunione di maggioranza

È per questo che ora il sindaco ed il coordinatore provinciale di Forza Italia hanno indossato i panni dei pompieri. Stasera riuniranno la maggioranza. E metteranno ai voti il nome di Gianfranco Pizzutelli. Lo faranno solo dopo essersi assicurati che abbia i numeri per uscire in maniera compatta.

Sarà lui a rappresentare il Comune, all’interno di un Consiglio d’Amministrazione che rivedrà Francesco De Angelis nel ruolo di presidente, Augusto Cestra in rappresentanza della Camera di Commercio, il presidente della Cna Giovanni Proia in quota alla Regione Lazio.

Confermate le indiscrezioni secondo le quali negli equilibri non troverà spazio Federlazio. Una collocazione potrebbe averla nell’altro consorzio Industriale, il Cosilam di Cassino. Ma molto dipenderà dai nuovi equilibri che verranno costruiti per la Camera di Commercio di Frosinone.

 

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright