Politica e pandemia, il fiuto di Zingaretti

Con la lettera a Prefetti e Sindaci sull’invito a far indossare la mascherina all’aperto il Governatore del Lazio ha dimostrato di essere un passo avanti. Perché mai come adesso la gestione della pandemia interagisce con le evoluzioni della politica nazionale. Perfino nella corsa al Colle. Ecco perché.

Continua a giocare d’anticipo, soprattutto sulla pandemia. Qualche sera fa, nello studio di Giovanni Floris, Ilaria D’Amico gli ha dato atto che il Lazio sulla gestione del Covid è sempre stato un passo avanti. Tenendo sotto controllo la situazione in un contesto dove c’è una città come Roma.

Nicola Zingaretti è un amministratore di primo livello, ma anche come politico non scherza. La fase è delicatissima, perché la variante Omicron è una variabile assoluta. E lui ha deciso di fare quello che sa fare meglio: il Governatore.

A sindaci e prefetti

Nicola Zingaretti (Foto CC Imagoeconomica)

Ha preso carta e penna rivolgendosi a Prefetti e Sindaci. Invitando tutti a valutare l’obbligo di mascherine all’aperto. Spiegando: “L’evoluzione della pandemia da Covid-19 impone a tutti noi la massima attenzione e responsabilità. Grazie alla larga adesione alla campagna vaccinale, nella nostra regione il dato relativo ai ricoveri, e in particolare a quelli nelle terapie intensive, resta sotto controllo. La situazione epidemiologica tende tuttavia al peggioramento, e rende necessario un controllo puntuale e rigoroso sulla sicurezza dei comportamenti. Oggi siamo chiamati nuovamente a uno sforzo per determinare condotte rispettose delle regole imposte dall’emergenza e a vigilare perché queste vengano osservate da tutti”.

Ha aggiunto Zingaretti: “Ritengo, per questi motivi, importante porre la massima attenzione di tutti gli attori interessati, dagli Amministratori locali alle Forze di Polizia, al fine di garantire ovunque il rispetto delle regole di sicurezza per la salute pubblica. Ove necessario, anche valutando l’adozione di misure particolari, sempre basandosi sull’incidenza del virus nelle varie realtà territoriali della Regione: mi riferisco in particolare all’obbligo di mascherine all’aperto, soprattutto nei luoghi di aggregazione e nei centri dello shopping”. 

Anti Covid indispensabile

Nicola Zingaretti e Alessio D’Amato (Foto: Carlo Lannutti)

Nel Lazio l’assessore alla sanità Alessio D’Amato tiene la situazione costantemente sotto controllo. Nicola Zingaretti interviene quando serve sul Covid. E stavolta serve. Inoltre, non sfugge a nessuno che ormai le evoluzioni della politica nazionale dipendono anche e soprattutto dalla gestione della pandemia.

Perfino l’elezione del presidente della Repubblica. Come scrivono tutti i principali addetti ai lavori. Questo perché all’interno della variegata maggioranza che sostiene Mario Draghi ci sono forze diverse che la pensano in modo diametralmente opposto sulla gestione della pandemia. E le tensioni nella Lega sul Green pass sono state indicative.

Con la lettera a Prefetti e Sindaci Nicola Zingaretti ha anticipato quella che sarà la posizione del ministro della salute Roberto Speranza e del Governo. Dimostrando un fiuto politico assoluto.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright