Pompeo e Ottaviani, benedetta acqua

Il presidente della Provincia Antonio Pompeo aspetterà il pronunciamento dell’Aeegsi (l’Autorità nazionale per l’energia, il gas e il servizio idrico) prima di esternare su quanto sta accadendo in materia di acqua. Se l’Autorità dovesse confermare l’aumento della tariffa al 9%, riconoscendo ad Acea il conguaglio di oltre 77 milioni di euro, allora il presidente della Provincia indicherà con forza che la proposta della Sto (34 milioni di conguaglio e aumento dell’8% della tariffa all’anno per i prossimi quattro anni) era di gran lunga preferibile. A quel punto il Pd attaccherà Nicola Ottaviani e il centrodestra senza concedere tregua.

Se invece l’Aeegsi dovesse accogliere la proposta del sindaco di Frosinone, le posizioni si ribalterebbero.

Intanto però, comunque vada a finire la vicenda, si sta profilando chiaramente il duello politico dei prossimi anni, destinato prima o poi ad essere “combattuto” per un posto alla Camera dei deputati. Il ruolo di Nicola Ottaviani sta crescendo all’interno di Forza Italia, mentre Antonio Pompeo sta facendo il regista nel Pd e sono sempre di più i sindaci che guardano a lui.

Francesco Scalia e Mario Abbruzzese osservano la situazione. Per ora.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright