Insieme a Pallone nel governo della Provincia? Non è Possibile

Possibile non ci sta. E si sfila da ogni ipotesi di alleanza che preveda al governo della Provincia di Frosinone la sua presenza insieme ad esponenti di Area Popolare.

Il niet è arrivato in mattinata, subito dopo avere letto il report su Alessioporcu.it nel quale si dava atto della riunione di ieri sera. Quella tra Pd da un lato e Schietroma – Bianchi dall’altra (leggi qui).

L’ufficialità arriva attraverso una nota congiunta dei circoli Possibile nella provincia di Frosinone. Mettono le mani avanti. «I comitati di Possibile non hanno accompagnato PSI e Sinistra Italiana nella delegazione della lista civica “A difesa del territorio” che ieri ha incontrato il presidente dell’Amministrazione Provinciale Antonio Pompeo, il Segretario provinciale del PD Simone Costanzo ed alcuni esponenti del Partito Democratico».

Il progetto è naufragato. La formazione politica creata a livello nazionale da Pippo Civati ed in provincia di Frosinone da Armando Mirabella con molti altri esponenti della sinistra ricorda di essere salita a bordo della lista civica “A difesa del territorio” perché l’ha ritenuta «una felice intuizione di dare corpo e sostanza ad una richiesta di unità delle forze progressiste attente ai temi della legalità, di un nuovo modello di sviluppo, di attenzione alle fasce deboli. Tutti elementi posti al centro di un programma alternativo alle forze che hanno governato la amministrazione provinciale nel biennio precedente».

La parola chiave è ‘alternativo‘. Il dialogo intavolato con il presidente Antonio Pompeo da Socialisti e Sinistra Italiana, nel momento in cui prevede la presenza di Alfredo Pallone con Area Popolare  rende incompatibile la presenza di Possibile.
Il coordinamento lo dice con chiarezza: «Tentare in questi giorni di trovare un accordo proprio con la gran parte di quelle forze, significa pensare che il mondo sia immobile e che bisogna adattarsi a quello che c’è già. E quello che c’è già passa anche, ma non solo, per larghissime intese come è un ruolo di primo piano per Area Popolare».

Che maggioranza avrebbe voluto Possibile? Una senza Area Popolare e nella quale il Pd fosse l’elemento più a destra dello schieramento.

E le elezioni comunali? «La Provincia ed il Comune di Frosinone sono due scenari diversi, non sovrapponibili, non confondibili».

La chiave politica è un’altra. La maggioranza che sta prendendo corpo in Provincia potrebbe essere il punto di partenza di una ricostruzione del centrosinistra in provincia di Frosinone. Ma quale centrosinistra? Quello che è al governo del Paese, secondo la visione di Pd, Socialisti e parte di Si. Una coalizione che prevede Area Popolare Ncd di Angelino Alfano e Beatrice Lorenzin.  Il centrosinistra immaginato da  Possibile è un altro: non a caso per le Comunali di Frosinone si è schierata intorno alla candidatura di Stefano Pizzutelli . E ogni eventuale intesa che vada a rafforzare il Pd di Fabrizio Cristofari non è la benvenuta.

§>/h6>
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright