Il prefetto si sfila dall’assemblea di Pigliacelli al Fornaci

La prefettura si sfila. E mette in chiaro che non era presente né ha dato alcun avvallo all’assemblea convocata ieri al Multisala Sisto dal presidente della Camera di Commercio Marcello Pigliacelli. (Leggi qui)

«Il vice prefetto Ernesto Raio era a quella riunione solo nella sua qualità di commissario prefettizio del Comune di Pignataro Interamna. Né il prefetto né il suo vicario erano presenti» ha spiegato questa mattina il prefetto Emilia Zarrilli.

La presenza della Prefettura era stata stigmatizzata dal sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani. Aveva puntato il dito contro il vice prefetto Ernesto Raio. Gli aveva gridato: «Lei, prefetto, si sta rendendo responsabile di un corto circuito istituzionale: questa assemblea non ha alcun fondamento. I sindaci hanno un loro organismo che è pienamente legittimato a decidere cosa fare del contratto con Acea».

«Il dottor Raio, in assenza del prefetto e del suo vicario, è stato autorizzato a portare un saluto. E quando è stato chiaro il tenore della riunione, bene ha fatto a lasciare il Multisala».

Il viceprefetto aveva abbandonato i lavori subito dopo il tentativo di portare via di peso, con le guardie giurate, il sindac di Frosinone Nicola Ottaviani, ‘colpevole’ di avere sforato i tre minuti che erano stati concessi al suo intervento.

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright