Provincia: la Lega lancia un suo Presidente, Forza Italia silura Chiusaroli (di M. Molisani)

La Lega potrebbe presentarsi con un proprio candidato alla elezioni Provinciali. Forza Italia non riproporrà Rossella Chiusaroli ma appoggerà un civico. Petrarcone mostra i muscoli (soprattutto se ci sono signore). Le tre feste di Marino.

Mario Molisani

L'ombra nei palazzi del potere

Se il tempo fosse un gambero che a retromarcia va” canta il coro nella commedia musicale scritta da Iaia Fiastri e Bernardino Zapponi nel 1986 e diretta da Pietro Garinei. Un successo annunciato che tenne a battesimo l’esordiente Nancy Brilli con le musiche del celebre maestro Armando Trovajoli. Quello che ha firmato anche Aggiungi un posto a Tavola e Alleluya Brava Gente, per intenderci.

Vi chiedere cosa centra tutto questo. Ma c’è soltanto una cosa certa nell’attività amministrativa della maggioranza guidata da Carlo Magno….per la disperazione D’Alessandro, ovvero quella che si procede sempre e comunque ritroso.

Un’amministrazione a “passo di gambero”, dove ogni discussione, giunta ad una ipotetica svolta, torna sempre al punto di inizio. Come ad esempio sulla Rigenerazione urbana.

LA CONFERENZA

Questa mattina, infatti, si è svolta una conferenza dei Capigruppo avente ad oggetto la definizione della data del Consiglio comunale e dei punti all’ordine del giorno.  A tenere banco, sempre la Rigenerazione Urbana. La cui discussione, nella scorsa seduta dell’assise, era stata rinviata in attesa del parere della commissione competente.

A giocare un ruolo da protagonista è stato il presidente della Commissione Urbanistica, Claudio Nonsense Monticchio.

Nella riunione della sua Commissione, aveva mandato all’aria l’approvazione delle linee guida sulla Rigenerazione Urbana, per mancanza dei documenti opportuni per aprire una consona discussione (a detta sua). E quindi ha provocato il rinvio del dibattito in assise a data da destinarsi. (leggi qui Rossella grida «Pensavate di farmi il paccotto sull’Urbanistica?» E Carlo convoca d’urgenza i suoi e leggi qui Chi può costruire e chi no? I consiglieri si scannano nella stanza del sindaco ed in aula)

In attesa del parere dell’organismo che presiede, oggi il buon Monticchio ha dato vita all’ennesimo colpo di scena illogico della sua storia politico-amministrativa. Non è stato presente alla conferenza ma ha trasmesso il Verbo al suo capogruppo Robertino Solo di nome Marsella che ha reso edotti i presenti sulla posizione della Lega in merito all’argomento.

 

NONSENSE

In sostanza Claudio Nonsense Monticchionon vuole convocare più la commissione Urbanistica per discutere la rigenerazione urbana. Si va direttamente in Consiglio“, ha annunciato Marsella.

Tutti gli incontri che ci sono stati in queste settimane con l’assessore Beniamino il Serafico Papa e con i tecnici, non hanno soddisfatto i dubbi del leghista. Che, ha detta di più di qualcuno sta solo facendo “ammuina“.

Miseri dispettucci per avere un pò di visibilità”, hanno sentenziato con cattiveria i fedelissimi di CMD’A.

Riassumendo il tutto e tenendo a mente il “passo di gambero”, la Rigenerazione Urbana tornerà in consiglio, fissato per il 31 luglio con all’odg anche una variazione di bilancio, molto probabilmente senza il parere della Commissione Urbanistica.

Ma come? La discussione non era stata rinviata proprio per dar modo al presidente Monticchio e a tutto l’organismo di discutere ed esprimersi sull’argomento?

Misteri!

 

PEPPINO MOSTRA I MUSCOLI

La conferenza dei capigruppo è spesso luogo per dare inizio a erudite ed improcrastinabili discussioni su argomenti più disparati.

Beato tra le donne, oggi, l’ex sindaco Peppino Iamm Bell Petrarcone ha fatto mostra del suo fisico asciutto e tonico. “Ho sessantanni ma fisicamente è come se ne avessi quaranta. Ogni mattina faccio flessioni e addominali, mi tengo in forma“, ha detto alle donzelle presenti tra cui Sara Ora tocca a me Grieco e Rossellissima Tacco 12 Chiusaroli.

Una “dieta dei muscoli” che secondo Peppino Mickey Rourke Petrarcone gli consente di riscuotere ancora un discreto successo tra il gentil sesso nonostante non abbia più venti anni. Chissà cosa ne penserà la di lui signora.

 

PER LA PROVINCIA LA MAGGIORANZA NON “LEGA”

Ci sono i presupposti per far scatenare l’ennesima faida interna all’interno della maggioranza. Questa mattina, Robertino Solo di nome Marsella ha fatto intendere che la Lega è pronta ad andare da sola alle elezioni provinciali del prossimo 14 ottobre. “Con un nostro presidente e una lista fortissima“, ha detto il consigliere che riferisce anche di una riunione a Frosinone svolta nei scorsi dal “carroccio ciociaro” proprio su questo argomento.

Intanto Carlo Magno …per la disperazione D’Alessandro e il fu commander in chief Mario (M)ente Locale Abbruzzese hanno detto ai fedelissimi che il candidato per le prossime elezioni provinciali che avrà il sostegno della maggioranza ortodossa dovrà essere un “civico”.

Quondi: questa volta non verrà sostenuta la rielezione di Rossellissima Chiusaroli.

ROSSELLISSIMA ALLA RICERCA DI UNA CASA “BLINDATA”

Così era stato stabilito quando due anni fa si decise di candidare Rossellissima Tacco 12 Chiusaroli, capo gruppo di Forza Italia in Sala Di Biasio. Una candidatura puramente politica.

In tanti però sono convinti che questa teoria dell’alternanza non vada proprio a genio a Rossellissima che, fiutato l’ennesimo “paccotto”, sta alzando i tacchi. Dicono che stia cercando insistentemente di trovare una nuova casa accogliente e soprattutto “blindata”.

La riconferma a Palazzo Iacobucci non sarebbe soltanto una soddisfazione personale, ma anche uno smacco per chi sta cercando di ostacolare la sua ascesa. In tanti la danno in rapporti molto intimi (solo a livello politico) con il vice coordinatore provinciale Carmelo celhosempreduroanchesenonsivede Palombo.

I forzisti non sembrano preoccupati da Rossellissima. Qualcuno molto in alto pare che abbia affermato: “lasciatela fare, fatela candidare, deve sembrare un suicidio politico”.

MARINO, LA FESTA DEMOCRATICA, DELL’UNITA’ E PURE DEL PD

Le Dash PODS 3in1 sono l’ultima innovazione in casa Dash. In sostanza stiamo parlando di una “pozione” dove tre componenti uniscono le forze per lavare, rimuovere le macchie e donare la tanto famigerarata brillantezza ai bucati di tutte le case degli italiani
(Sotto)Marino Pods Fardelli invece sta organizzando tre feste in una. La festa dell’unità, quella Democratica e quella del Pd. Dove sta chiedendo una mano a tutti nell’organizzazione.

Ma il mondo si chiede a quale festa deve dare il suo contributo: alla prima, alla seconda o alla terza?

Le tracce che sta lasciando SottoMarino Fardelli non possono sfuggire al fiuto impeccabile dei cacciatori della città martire (leggi).

Dopo le dieci pennellate, manco fosse Pinturicchio, sui social parla sempre più spesso del 2021. Data in cui se la stramba maggioranza di Carlo Magno….per la disperazione D’Alessandro terrà botta, Cassino tornerà alla urne per eleggere il Sindaco e il consiglio comunale.

 

NE VEDEREMO DELLE BELLE

Marino Pods Fardelli ha confidato a più di qualche amico che a “festa finita, sarà libero e ne vedrete delle belle“.

È palese quindi che il Buon Sottomarino sta preparando il terreno per una nuova discesa in campo alla conquista del Comune di Cassino. La prima gli è già rimasta sul groppone, grazie allo storico ritiro ad un km dal traguardo per tirare la volata a Peppino Iamm Bell Petrarcone.

Ora, con tutte le difficoltà del caso, ci sta riprovando e c’è da vedere se questa volta arriverà almeno al deposito ufficiale della candidatura e non solo alla solita scialba presentazione.

Tra il “passo di gambero” di Carlone e company e il “passo triplo“, ormai fuori moda negli ambienti sciistici, di SottoMarino di “passi falsi” ne vedremo a bizzeffe.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright