Provincia, nuovo scossone: Roma annuncia «Bocceremo il bilancio»

Sale la tensione tra Pd e Forza Italia in Provincia. Dopo gli scossoni assestati dal presidente e dal segretario provinciale del Partito Democratico (leggi qui il precedente) ed il tentativo di domare l’incendio attraverso il dialogo del presidente della Provincia Antonio Pompeo (Pd) con il suo presidente d’aula, la ‘colomba’ azzurra Danilo Magliocchetti (FI) ora sta per arrivare un nuovo segnale di rottura.

Adesso sono i falchi di Forza Italia a prendere l’iniziativa. Ed a mandare un segnale concreto. Di rottura. Venerdì, quando i sindaci dovranno votare il bilancio dell’amministrazione Provinciale di Frosinone, arriverà un secco no dall’ex coordinatore provinciale azzurro Adriano Roma, nei panni di vice sindaco di Arnara.

Il suo Comune boccerà il bilancio ed inviterà gli altri sindaci a fare altrettanto.

Il motivo ufficiale è che «La Provincia non mantiene i patti e non può venire a prendere in giro a domicilio i suoi amministrati»: parole di Adriano Roma condivise con il sindaco Filippo Capogna.

Il primo casus belli è la promessa fatta dal vice presidente Andrea Amata di sbloccare i fondi con cui sistemare l’incrocio sulla Provinciale; se non bastasse, ci sono i lavori di adeguamento delle strade.

Nel documento messo a punto per essere letto venerdì è scritto: «Il vice presidente Amata è venuto a prenderci in giro a domicilio: si è presentato ad Arnara con alcuni tecnici ed ha effettuato un sopralluogo sull’incrocio già finanziato dall’amministrazione ai tempi di Antonello Iannarilli con 350mila euro: quella somma era eccessiva ed al termine del nuovo sopralluogo era stato promesso il finanziamento di 100mila euro, somma del tutto congrua per i lavori che dobbiamo fare. Invece, nel bilancio provinciale non c’è traccia né dei 350mila euro di Iannarilli e tantomeno dei 100mila che avevamo concordato».

L’altro pretesto per rompere è «La bitumazione delle strade provinciali: non ci venissero a dire che mettono l’asfalto in base alla pericolosità o alle condizioni delle strade: afido chiunque a trovarne ridotte peggio della provinciale Torrice – Arnara Ceccano».

Roma va oltre: «Se è un modo per far pesare ad Arnara il suo voto contrario sulle bollette Acea e sull’Ato del Gas hanno sbagliato: noi gli bocciamo il bilancio provinciale e chiediamo anche agli altri sindaci di iniziare ad aprire gli occhi. Mandiamoli tutti a casa».

ma su cosa dovrebbero aprire gli occhi i sindaci? «Faccio un solo esempio – dice Roma – Acea dichiara che nell’anno 2014 ha avuto un consumo elettrico pari a 72milioni kwh che poi nel 2015 sono saliti a 78 milioni di kwh ma quei 6 milioni di kilowattora hanno determinato un aumento pari a 4,5 milioni di euro: c’è qualcosa che non va. E il presidente Pompeo che fa: spera che noi votiamo tutti i suoi conti con il prosciutto davanti agli occhi?».

Se i sindaci di Forza Italia dovessero votare compatti, per la maggioranza di governo della provincia l’approvazione del bilancio si farebbe molto complicata.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright