Provinciali, la variabile della lista civica di Vacana

Vicinissimo a Pompeo, ma non nel Pd. Punto di riferimento della sinistra ma intanto dialoga pure con Christian Bellincampi (Cinque Stelle). Il vicepresidente della Provincia potrebbe diventare un interlocutore stabile del centrosinistra. Ma è quello che vuole?

È vicinissimo al presidente della Provincia Antonio Pompeo, ma non sta nel Pd. E neppure nel centrosinistra. Luigi Vacana, vicepresidente dell’ente di piazza Gramsci, è stato eletto raccogliendo il consenso di sindaci e consiglieri collocati in diversi parti. Dal Psi al Socialismo tricolore di Biagio Cacciola, da tutti quelli che si riconoscevano nelle posizioni di Massimiliano Smeriglio a tanti altri. Non necessariamente a sinistra. Spesso anche a destra.

Il Laboratorio Vacana

Luigi Vacana

Vacana è l’unico ad aver un rapporto con alcuni esponenti dei Cinque Stelle. Per esempio Christian Bellincampi, candidato sindaco a Frosinone nel 2017 e adesso unico consigliere pentastellato nel capoluogo. Dopo l’uscita di Marco Mastronardi. (Leggi qui Mastronardi passa al Misto: è il tramonto delle Stelle).

Alle prossime elezioni provinciali Luigi Vacana si presenterà con una sua lista civica. Certamente vicina ad Antonio Pompeo, ma non schiacciata sulle posizioni del referente di Base Riformista.

Però nel panorama di un centrosinistra che non ha da tempo un’idea di coalizione, Luigi Vacana può rappresentare una sorta di “laboratorio”. Anche per le comunali. Ad Alatri si sta muovendo, a Frosinone lo farà.

La bilancia provinciale

Il Consiglio Provinciale eletto nel 2019

Alle provinciali si voterà a dicembre per eleggere i 12 consiglieri. Per il momento non ci sono certezze. Per esempio su cosa farà il centrodestra: la volta scorsa FdI e Forza Italia si presentarono insieme mentre la Lega corse da sola. Questa volta Lega si presenteranno ognuno per conto proprio? Pare proprio di sì.

Il Partito Democratico metterà in campo una sola lista oppure due? Antonio Pompeo proverà in qualche modo a capire se la lista civica di Luigi Vacana può rappresentare un’opportunità e un orizzonte diverso?

In sostanza le Provinciali dovrebbero servire a “pesare” i Partiti sul piano degli amministratori. Per verificare cioè quanti sindaci e consiglieri esprimono nei vari Comuni. Si tratta di una votazione per addetti ai lavori. Certamente ci sono spazi per operazioni trasversali, ma si tratta comunque di possibilità più ridotte rispetto al voto per il presidente.

Luigi Vacana si giocherà molto di più che la conferma di un seggio. Nel centrosinistra potrebbe diventare importante. Ma lui vuole questo?

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright