Provinciali, Mosticone salta lo steccato: tutti i rumors

I nomi per le Provinciali. Francesco De Angelis ufficializza i suoi. E c'è pure il sorano Mosticone. Azzerato il gruppo uscente. A Vacana il compito di dialogare con i 5 Stelle.

Tre nomi per un dream team elettorale: Enrico Pittiglio (sindaco di San Donato Valcomino e già candidato a Presidente della Provincia), Alessandro Mosticone (capogruppo di maggioranza a Sora), Gianrico Ranaldi (capogruppo Dem a Cassino). Saranno loro i tre pilastri della lista del Partito Democratico alle prossime provinciali di Frosinone.

La cena all’Alba Rossa

Il leader di Pensare Democratico Francesco De Angelis lo ha rivelato ai suoi colonnelli l’alra sera, riuniti a cena all’Alba Rossa, nella sua Ripi. Menù tradizionale: gnocchi al pomodoro e tonnarelli all’amatriciana; menù politico ben più nutrito: i nomi dei rappresentanti della sua componente, sui quali gli amministratori dovranno concentrare i voti.

Manca un nome: quello di una donna. Ma è certo che non sarà Francesca Cerquozzi, consigliere comunale di Veroli.

La lista unitaria che il Partito Democratico sta mettendo in campo taglia i ponti con il passato. Nessuno dei quattro consiglieri uscenti sarà in lista. Perché hanno lasciato il Pd Germano Caperna (passato con Italia Viva di Matteo Renzi, di cui è coordinatore provinciale) e Alessandra Sardellitti (passata con Azione di Carlo Calenda).

Non ci sarà il sindaco di Isola del Liri Massimiliano Quadrini: perché si giocherà la partita del 2022 per la Presidenza dell’ente insieme al primo cittadino di Cassino Enzo Salera. Niente bis anche per il consigliere comunale di Frosinone Vincenzo Savo.

È una lista che pesca a destra: Alessandro Mosticone due anni fa venne escluso all’ultimo minuto dalla lista della Lega alle Provinciali. Oggi è consigliere a Sora sotto un emblema civico.

I nomi di Pompeo

Massimiliano Mignanelli

Gli altri saranno indicati da Base Riformista, l’area del presidente Antonio Pompeo. I rumors da giorni indicano il nome del consigliere comunale di opposizione ad Isola del Liri Antonella Di Pucchio; per lei sarebbe una riabilitazione piena dopo i due anni di purgatorio previsti dallo Statuto per non avere sostenuto il sindaco Massimiliano Quadrini indicato dal Pd.

E poi Massimiliano Mignanelli già vice presidente della Provincia ed oggi capogruppo di opposizione a Cassino; in una delle scorse tornate era stato eletto come indipendente nella lista Dem. L’altro nome a sorpresa è quello di Giuseppe Virgili, transitato proprio in queste ore nella maggioranza che a Ferentino. (Leggi qui Virgili è in maggioranza e studia da assessore).

E quelli di Vacana

L’ulteriore valore aggiunto arriverà dalla lista civica del vice presidente uscente Luigi Vacana. A lui è stato affidato il compito di dialogare con il Movimento 5 Stelle e con i cattolici di Demos: a Frosinone Christian Bellincampi potrebbe scendere in campo schierandosi nella lista Vacana, a Cassino i due voti che fanno riferimento a Luigi Maccaro (Demos) saranno al centro di un confronto politico con il sindaco Enzo Salera che invece li vorrebbe su Gino Ranaldi.

Lega Civica

Pasquale Ciacciarelli (Foto Vincenzo Livieri / Imagoeconomica)

Nella Lega prosegue il dibattito sull’assetto che deve avere la lista: Pasquale Ciacciarelli la vuole di Partito, resta aperta la possibilità di una lista aperta a Forza Italia nella quale ospitare il presidente del Consiglio Comunale di Frosinone Adriano Piacentini ed il consigliere comunale di Anagni Danilo Tuffi. Molto dipende anche da cosa vorrà fare l’area vicina al capogruppo uscente Gianluca Quadrini: se Gioacchino Ferdinandi resterà sotto la bandiera azzurra si potrebbe pensare anche ad una lista di Partito.

In quel caso, niente scialuppa leghista e sul carroccio salirebbero solo nomi del Partito. In questi giorni Nicola Ottaviani sta sondando la possibilità di puntare sull’ex vice presidente Andrea Amata fresco di elezione nel Consiglio comunale di Vicalvi. A Ferentino è certa la candidatura di Luca Zaccari, sul quale si conterà Ciacciarelli. Resta il dubbio sulla posizione di Gianluca Quadrini: il suo ingresso nella Lega è stato stoppato nei mesi scorsi ma gli onorevoli Francesca Gerardi e Francesco Zicchieri lo vorrebbero in campo con tutta la sua capacità di mobilitazione. Rientrata la rottura con il sindaco di Pontecorvo Anselmo Rotondo: che però deve ancora decidere se candidarsi e se farlo con la Lega o una Civica.

A togliere spazio al centrodestra sarà il Polo Civico di Gianfranco Pizzutelli la volta scorsa ha eletto Igino Guglielmi prestandolo alla Lega. Questa volta vorrebbe giocarsi la partita da solo.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright