Quei difficili rapporti tra Sindacati e Macchitella

Cosa c'è dietro alla manifestazione annunciata dai sindacati davanti alla Asl di Frosinone. Qual è il segnale che Cgil Cisl e Uil intendono mandare a Nicola Zingaretti. L'osservatorio sulle liste d'attesa? È solo un pretesto

Viene dal sindacato. Ma con il sindacato non gli piace parlarci. Il commissario della Asl di Frosinone Luigi Macchitella i suoi primi passi nel mondo della Sanità che conta li ha mossi rappresentando i lavoratori. Forse è proprio perché conosce fin troppo bene quel mondo che ha deciso di ascoltarlo. Ma fare di testa sua. Al punto di rischiare la condanna per condotta antisindacale: arrivata a giugno dal Tribunale di Frosinone.

Ma la cosa ancor più grave accade sull’Osservatorio Provinciale per il governo delle liste di attesa.

Cosa sono le liste di attesa? Quanto tempo occorre prima di ottenere una visita specialistica, un esame medico…

La gestione delle liste di attesa rappresenta in tutti i sistemi sanitari uno dei problemi maggiormente avvertiti dai cittadini. Tanto che Nicola Zingaretti nei mesi scorsi ha deciso di lanciare una sfida: abbatterle in maniera tanto concreta da essere evidente ai cittadini.

Cgil – Cisl e Uil Regionali raccolgono la sfida. La accettano lo scorso aprile 2017 firmando un articolato protocollo d’intesa. L’Accordo prevede, tra le altre cose, che nelle Asl Provinciali venga istituito un osservatorio, con la partecipazione dei sindacati: il suo compito è monitorare i tempi delle liste di attesa, rilevarne le criticità. E poi le segnali alla Asl chiedendone l’intervento per risolverle.

Dopo diversi solleciti per incontrarsi e formalizzare, anche in Provincia di Frosinone, quello che Zingaretti aveva ratificato, Luigi Macchitella ha firmato l’atto deliberativo 204 del 29 gennaio 2018 con cui istituisce “motu proprio” l’osservatorio. Ma componendolo senza un ben specificato criterio. Soprattutto – contestano i sindacati – senza la minima condivisione con Cgil – Cisl e Uil della Provincia di Frosinone.

La cosa non piace ai segretari provinciali Anselmo Briganti, Enrico Coppotelli e Gabriele  Stamegna (all’epoca Segretario Generale della UIL). Che lo diffidano. A quel punto Luigi Macchitella è costretto a revocare l’atto, riconvocando le parti il mese successivo.

Ma da quel momento più nulla, se non i continui solleciti dei sindacati a formalizzare l’osservatorio.

Stanchi di aspettare, nelle ore scorse Briganti, Coppotelli e Anita Tarquini (segretario generale Uil della Provincia di Frosinone dallo scorso 24 maggio) hanno annunciato la mobilitazione provinciale di fronte alla Asl di Frosinone. Ed hanno scritto a Zingaretti.

 

Parlare a nuora, perché suocera intenda? Questa volta no. La manifestazione servirà per comunicare formalmente a Nicola Zingaretti che nei rapporti tra sindacati e Macchitella la misura è colma.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright