Quel passaggio in auto con mister Maldini…

’′]

 
Giusto dieci giorni fa ci lasciava Cesare Maldini, il mister che diede un gioco alla nostra Nazionale di calcio. Questo è il ricordo che ne ha fatto Marco Gabriele

Marco Gabriele

di MARCO GABRIELE
già Arbitro Can Serie A
Commentatore sportivo

Buonasera Mister
grazie del passaggio e della compagnia, quella sera del 24 Marzo 2000 la salutai così. La giornata era iniziata per entrambi molto presto, eravamo all’aeroporto di Istambul, reduci da Galatasary – Mallorca semifinale di coppa UEFA io da quarto uomo e lei da osservatore.

In Italia uno dei soliti scioperi, voli per e dalla Turchia cancellati, bloccati in aeroporto, parlammo della partita della sera precedente, non mi disse chi era il suo osservato speciale, mi parlò molto di Hagy, del fatto che in Italia era arrivato forse troppo giovane, ma sopratutto mi parlò di calcio di tattiche di quelle cose che gli arbitri devono cogliere durante le partite. Dopo molte ore ci misero su un volo per Milano, la mia destinazione sarebbe dovuta essere Roma, la sua compagnia non mi fece preoccupare di come organizzare il rientro da Milano a Frosinone, continuai ad ascoltare di calcio da un CT.

Arrivati a Malpensa, io non avevo alcun mezzo per rientrare a Roma, lei stava andando a San Siro per l’anticipo di campionato Milan- Juventus e mi disse, perché non viene con me allo stadio, comunque deve ripartire domani, andiamo insieme, mi fa compagnia.

Dentro di me dissi, io che faccio compagnia a Cesare Maldini, non ci credevo.

Arrivammo a San Siro e con la sua auto entrammo nella pancia dello stadio, la partita era iniziata da qualche minuto, la mia preoccupazione era trovare un posto dove sedermi, ricordo ancora le sue parole, un ospite di Cesare Maldini a San Siro ancora lo trova un posto dove sedersi, vedere la partita accanto a lei per un giovane arbitro come me fu un altro momento di scuola.

Avrei avuto piacere di poterla incontrare di nuovo per dirle che tante cose di quella giornata trascorsa insieme le avevo fatte mie, e mi erano servite nel corso degli anni.

Quella sera la ringrazia della compagnia, oggi la saluto ringraziandola per la splendida giornata che abbiamo trascorso insieme, uno dei ricordi più belli che porto con me.

Grazie Mister