Pd, respinto il ricorso sul tesseramento boom a Cassino

Ricorso respinto. La commissione Regionale del Partito Democratico ha detto no al ricorso con cui veniva impugnato il tesseramento boom nel circolo di Cassino. A chiedere di congelare la situazione ed annullare la convocazione della Convenzione in vita del congresso nazionale era stata la componente che fa riferimento alla mozione del ministro Andrea Orlando. (leggi qui)

A Roma il risultato invece è stato omologato ed il ricorso respinto. Alla base della decisione c’è un elemento fondamentale: l’anagrafe degli iscritti al Partito era stata certificata ed accettata all’unanimità. Quindi anche dalla componente Orlando. E se l’anagrafe, cioè l’elenco dei tesserati, era stato riconosciuto valido da tutti, viene meno qualsiasi motivo del contendere.

Domenica pertanto, gli iscritti al circolo Pd di Cassino andranno a votare per indicare i delegati che andranno al congresso nazionale.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright