Saf, se i sindaci non votano salta il Pd

Francesco De Angelis pone la questione di fiducia ai sindaci Dem per l'approvazione del bilancio Saf. Se non dovessero votarlo, salterebbe la sua credibilità e l'asse con i sindaci. Assestando un duro colpo al Pd

Venerdì pomeriggio l’assemblea dei sindaci chiamata a votare il bilancio della Saf ha deciso di non votare e di comporre una delegazione composta dal presidente della Saf Lucio Migliorelli, dal presidente della Provincia Antonio Pompeo, dal sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani e da altri primi cittadini della Ciociaria. (leggi qui La Saf inciampa sul bilancio. Muro dei sindaci)

Loro andranno a Roma, per chiedere alla Regione Lazio, probabilmente allo stesso Nicola Zingaretti, di accollarsi una parte del conguaglio tariffario del triennio 2015-2017. Parliamo di 10 milioni di euro, una cifra importante.

 

I fatti stanno in questo modo: la Regione ha determinato l’adeguamento tariffario per il conferimento dei rifiuti presso l’impianto di Colfelice: da 102 a 138 euro a tonnellata.

Un aumento del 30%, che dovranno pagare i Comuni e, quindi, le famiglie e i cittadini.

A chiedere quell’aumento fu la Società Ambiente Frosinone, peraltro impugnando al Tar la decisione con la quale gli uffici regionali, nel settembre scorso, revocarono l’aumento disposto poche ore prima.

In quel periodo di tempo era intervenuto l’allora assessore all’ambiente Mauro Buschini, preoccupato dalle elezioni regionali ormai alle porte, visto che gli amministratori si erano sollevati.

 

Quante speranze ha la delegazione di vedersi accolte le richieste. Poche, anche se qualora dovesse riuscire a spuntare perlomeno una diminuzione, allora si aprirebbe uno scenario differente. Quello degli amministratori, da contrapporre ai Partiti.

In ogni caso il Bilancio e il piano industriale di ammodernamento dell’impianto torneranno all’attenzione dell’assemblea della Saf il prossimo 20 luglio. Cosa succederà?

La maggioranza che ha eletto Lucio Migliorelli al posto di Mauro Vicano è di centrosinistra. Domenico Alfieri, sindaco di Paliano ma pure reggente dei Democrat, ha detto che mai voterà le due delibere. E gli altri sindaci?

Le perplessità sono maggiori delle convinzioni e il punto alla fine è questo. Lucio Migliorelli ha una grande esperienza, nel Partito e negli enti. Come presidente della Saf deve guardare al futuro dell’impianto e per quel futuro ha bisogno dell’approvazione del piano industriale, prima ancora del bilancio.

C’è poco da girarci intorno. Dalle colonne di Ciociaria Oggi il leader del Pd Francesco De Angelis domenica ha detto in modo chiaro che a suo giudizio i sindaci del Pd dovrebbero sostenere Migliorelli. (leggi qui Pd, De Angelis conferma la svolta: sì a Zingaretti)

 

E se non lo faranno? A questo punto sfiducerebbero perfino De Angelis.

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright