Cuore, testa e rabbia: il Frosinone vince a Marassi (Sampdoria-Frosinone 0-1)

Terza vittoria fuori casa della stagione. Il Frosinone gioca con il cuore re con il cervello. E mette la giusta dose di cattiveria. Ora c'è la Signora

Giovanni Giuliani
Giovanni Giuliani

Giornalista malato di calcio e di storie

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero; Bereszynski, Colley, Andersen, Tavares; Praet, Ekdal, Linetty; Saponara; Gabbiadini, Quagliarella.

A disposizione: Rafael, Belec, Viera, Sala, Ramirez, Jankto, Sau, Ferrari, Tonelli, Defrel.

Allenatore: Giampaolo.

FROSINONE (3-5-2): Sportiello; Goldaniga, Salamon, Capuano; Zampano, Chibsah, Maiello, Cassata, Beghetto; Ciano, Ciofani.

A disposizione: Iacobucci, Molinaro, Gori, Paganini, Errico, Valzania, Trotta, Sammarco, Krajnc, Verde, Pinamonti, Viviani.

Allenatore: Baroni.

Terna arbitrale. Arbitro: sig. Livio Marinelli della sezione di Tivoli (Roma); assistenti sigg. Mauro Tonolini della sezione di Milano e Alberto Tegoni della sezione di Milano; IV Uomo sig. Ivano Pezzuto di Lecce; VAR sig. Piero Giacomelli di Trieste, Assistente VAR sig. Daniele Bindoni di Venezia.

Marcatore: 25’ pt Ciofani.

Note: spettatori: 20.000 circa; angoli: 3-1 per la Sampdoria; ammoniti: 30’ pt Cassata, 34’ pt Tavares, 44’ pt Ciano; recuperi: ; squadre con il lutto al braccio per la tragedia cha colpito il settore giovanile del Flamengo.

*

È impresa, una mastodontica impresa. Il Frosinone sbanca Marassi grazie ad un gol di Daniel Ciofani e grazie ad una grandissima prova di squadra, tutta sostanza, sacrificio. E’ la terza vittoria in campionato, ancora una volta in trasferta. Una vittoria che riavvicina i giallazzurri alla salvezza, ora distante due punti. Evidentemente i ciociari devono giocare sempre lontano da casa…

Nel Frosinone, allo stadio “Luigi Ferraris”, c’è Ciofani dal primo minuto al posto di  Pinamonti, che in settimana ha dovuto fare i conti con l’influenza e si accomoda in panchina,  mentre  Maiello torna in mediana affiancato da Chibsah e Cassata, anche lui al rientro dopo il turno di squalifica.

LA SAMP GIRA IL PALLONE

Pronti e via e dopo due minuti, su angolo di Ciano, stacca Capuano di testa ma la sfera finisce sul fondo. Il canovaccio del match, però, sembra delinearsi subito: i doriani fanno girare palla alla ricerca di varchi e il Frosinone attende, chiudendosi bene. Di azioni i padroni di casa ne hanno poche.

 Al 14esimo il colpo di testa di Ekdal termina sul fondo. Passano i minuti, i ragazzi di Giampaolo non trovano sbocchi mentre il Frosinone è sempre guardingo con difesa e mediana molto vincine. Di fatto i liguri non riescono mai a tirare in porta nei primi 25 minuti.

IL VANTAGGIO

Ed, allora, alla prima azione il Frosinone passa. La rete la realizza Daniel Ciofani che sfrutta al meglio il passaggio  di un Goldaniga in versione assistman.  E’un azione, quella che porta al gol dei giallazzurri, a cui partecipano diversi canarini e parte del merito va agli esterni. Per Ciofani la rete mancava da ottobre contro l’Empoli.

La Samp risponde con un destro di Praet, Sportiello c’è. Al 35esimo la Samp va  vicina al pari con una mezza girata di Quagliarella su cui Sportiello si salva con la complicità del palo. I padroni di casa accelerano ma Sportiello è ancora attento sul tiro dal limite di Linetty.

Nel finale di tempo il Frosinone si riaffaccia in avanti creando apprensione alla retroguardia di casa con gli esterni. 

SI RIPARTE, NESSUN CAMBIO PER BARONI 

Non ci sono cambi per le due formazioni alla ripresa delle ostilità. La Sampdoria si proietta subito in avanti ed il Frosinone  si difende. I doriani i tentano di sfondare a sinistra. I ciociari reggono l’urto nei primi minuti.

 La prima azione interessante della ripresa, però,  è ancora del Frosinone con un colpo di testa di Chibsah che termina sul fondo. Poco dopo i ciociari sono di nuovo pericolosi con una sponda di Ciofani per Ciano ma il calciatore campano e’ in off-side nel momento in cui tenta di superare Audero.

Nella mediana giallazzurra , intanto, la prestazione di Chibsah e’ ammirevole.

FROSINONE BEN MESSO IN CAMPO, GIAMPAOLO CAMBIA GLI UOMINI

La Samp non sfonda e Giampaolo fa entrare Ramirez per Saponara e Defrel per Gabbiadini. Il Frosinone e’ ben messo in campo e per i padroni di casa diventa tutto più difficile.

 I ciociari continuano a non concedere nulla facendo un grandissimo sforzo collettivo. La difesa e’attentissima e per la Samp continuano a non arrivare grandi opportunità. Su angolo stacca Andersen ma Sportiello para facile. Tra i canarini Ciano e a Ciofani offrono un grande apporto per i compagni.

Primo cambio, intanto, anche per il Frosinone; dentro Gori per Cassata. Giampaolo inserisce anche Sau per Ekdal. Il Frosinone continua ad offrire una grande prestazione tutta fatta di sacrificio ed intelligenza. Intanto esce anche Ciano per Trotta; mancano tredici minuti al 90esimo.

MIRACOLO DI SPORTIELLO

Al minuto 83 il Frosinone viene salvato da un intervento prodigioso di Marco Sportiello che vola sul colpo di testa di Colley. Una parata che potrebbe valere con un macigno.. chissà. Due minuti più tardi il Frosinone trova anche il raddoppio ma per l’arbitro Chibsah e’ in fuorigioco al momento del tiro. Dall’altra parte Sportiello si oppone anche a Praet, i ciociari resistono.

Marassi e’ una bolgia ed  i canarini stringono i denti. L’arbitro decreta 5 minuti di recupero. Il Frosinone triplica gli sforzi. Ciofani e compagni danno fondo alle ultime energie. I ragazzi di Baroni resistono e in un colpo rivedono la salvezza.

Ora si andrà a Torino dalla Vecchia Signora, e meno male che si gioca fuori casa… hai visto mai.