Samuel lascia Forza Italia e punta la Lega. Intanto Sellari danza sul Carroccio

Il sottile filo che collega Luca Sellari con molti dei nuovi ingressi nella Lega. L'ultimo in ordine di tempo è Samuel Battaglini. La strategia di Sellari. I risvolti nel centrodestra

Anche Samuel Battaglini pronto a saltare sul Carroccio dei vincitori. Il consigliere comunale di Patrica (vicepresidente di Anci Giovani) fa un passo alla volta e intanto sui social network rende noto l’addio a Forza Italia.

Così:

“Dopo anni di militanza ho deciso, con non poco rammarico, di sospendere il mio impegno in Forza Italia. La decisione, non assolutamente semplice, ma ponderata, scaturisce dalla perdita di stimoli e dalla delusione di un progetto che aveva il dovere di cambiare passo, ma che alla prova dei fatti non ha saputo rinnovarsi nello spirito e nella forma. Questo atto, che in molti vorrebbero fare, ma che non hanno il coraggio di compiere, sono sicuro che sarà rispettato dai numerosi amici con i quali per tanto tempo ho condiviso un percorso entusiasmante. Ad altri sicuramente il mio impegno non mancherà ,visto che sono mesi che non li sento”.

Il riferimento polemico è per Mario Abbruzzese. Con Nicola Ottaviani, invece, Samuel Battaglini è in ottimi rapporti e fa parte del suo staff

Samuel Battaglini è stato il coordinatore della lista Forza Frosinone, che alle elezioni comunali ha sostenuto Nicola Ottaviani, ottenendo 812 voti. Ora, tutta quella lista si ritrova sotto le insegne della Lega.

Già passato il consigliere comunale Enrico Cedrone. Già passati i più votati anche se non eletti, tra i quali Domenico Fagiolo e Corrado Falcidia. In politica a volte ci si ritrova.

Magari Battaglini potrebbe informare perfino il direttore del telegiornale di La7 Enrico Mentana del suo prossimo passaggio alla Lega e dell’addio a Forza Italia. In memoria delle dispute passate. (Leggi qui E Battaglini fa girare le pa… pure a Mentana)

Nella Lega è approdato da poco tempo anche Luca Sellari, che andò alla ribalta delle cronache politiche nazionali per il Principato di Filettino, con tanto di moneta, ribattezzata il Fiorito in omaggio all’allora potentissimo capogruppo regionale del Pdl e sindaco di Anagni.

In effetti Luca Sellari, in compagnia di tantissimi altri, è stato uno dei fedelissimi di Franco Fiorito. Dai tempi di Alleanza Nazionale, negli anni ruggenti.

Poi Sellari è passato in Forza Italia e, grazie all’indicazione del Comune di Frosinone, ha ottenuto la volta scorsa la nomina come membro del consiglio di amministrazione del Consorzio Asi.

In quel periodo strinse rapporti importanti con il presidente dell’Asi Francesco De Angelis (Pd), ma anche con il senatore del Pd Francesco Scalia e con Marco Di Torrice. Quella viene ricordata come la stagione dei “selfie”. C’è una foto di Sellari nella sede dei Democrat, ci furono cene con Scalia e De Angelis. Al punto che in Forza Italia Adriano Piacentini pose il problema dell’appartenenza politica di Luca Sellari: con Forza Italia o con il Pd? Alla fine gli “azzurri” di Mario Abbruzzese e Nicola Ottaviani preferirono parlare di gossip.

Ora Sellari all’Asi non c’è più e da Forza Italia è uscito da tempo. Nella Lega è attivissimo. La candidatura di Andrea Amata al Comune di Filettino reca la sua firma. Secondo gli addetti ai lavoro ci sarebbe il suo zampino anche nella scelta di Samuel Battaglini.

C’è perfino chi ricorda come Luca Sellari fosse il capo politico della lista Frosinone nel Cuore, che nella scorsa consiliatura smembrò i gruppi consiliari di maggioranza. Costringendo Ottaviani a rivedere la giunta. Di Frosinone nel Cuore facevano parte anche Francesco Trina (divenne vicesindaco) e il consigliere Alessandro Petricca, eletto un anno fa nella Lista Ottaviani. Sia Petricca che Trina sono dati nella Lega, magari con tempi diversi.

I retroscenisti fanno già riferimento ad una strategia precisa di Luca Sellari e nessuno si meraviglierebbe se magari avesse la carica di sub commissario provinciale. Direttamente o indirettamente. 

§