Lite per il terzo mandato: Modesto Della Rosa caccia il suo vice sindaco

Il sindaco di San Giorgio a Liri revoca il suo vice Massimo Terrezza. Lite furibonda per l'intenzione di candidarsi la terza volta, ipotizzata da Modesto Della Rosa se verrà approvata la riforma della legge elettorale comunale.

Ha firmato l’atto e lo ha messo alla porta: Modesto Della Rosa ha revocato la fiducia a Massimiliano Terrezza, togliendogli la delega da vice sindaco e mandandolo via dalla Giunta.

Il documento e stato siglato verso mezzogiorno e mezzo. Mettendo fine ad un scontro iniziato nei giorni scorsi, culminato in una discussione furibonda, tanto che – giura qualcuno – poco c’è mancato che sindaco e vice arrivassero alle mani.

 

Chi si candida?

Tutto è nato per la prossima candidatura a sindaco di San Giorgio a Liri. Carica ricoperta oggi da Modesto Della Rosa, esponente storico della destra sociale, unico deputato dell’allora Movimento Sociale Italiano a non accettare la svolta di Fiuggi guidata da Gianfranco Fini. Piuttosto che seguirlo in Alleanza Nazionale con Berlusconi, decise di andare con Pino Rauti.

Della Rosa è al secondo mandato e la legge non consente più di due consiliature consecutive ai sindaci. Il suo delfino è da qualche anno Massimiliano Terrezza, imprenditore, titolare di una società di security e vigilanza con incarichi in tutta l’Italia.

Che da qualche mese ha iniziato a lavorare per costruire il consenso intorno alla sua candidatura a sindaco nel momento in cui scadrà anche il mandato bis di Modestino.

 

L’altro giorno però, durante una riunione di maggioranza, Della Rosa ha detto «C’è una proposta di legge che prevede di estendere anche ai Comuni di 5mila abitanti la norma che oggi consente il terzo mandato ai sindaci dei centri fino a tremila abitanti. Se passa la legge io mi candido a fare il sindaco per la terza volta».

Massimiliano Terrezza lo ha saputo in quel momento, nessuno lo aveva avvisato. Tantomeno il sindaco. Si e alzato ed ha detto «E no, i patti non erano questi».

 

Tra i due sono volate parole sempre più grosse. E chi c’era dice che sono stati ad un passo dall’arrivare alle mani. Anche perché Della Rosa ha accusato Terrezza di essere l’elemento che scava il solco con gli altri interlocutori politici rendendo impossibile il dialogo, sia in maggioranza che con l’opposizione.

 

L’epilogo c’è stato a mezzogiorno e mezzo. Modesto Della Rosa è sindaco di San Giorgio a Liri, Massimo Terrezza non è più il suo vicesindaco. Per il terzo mandato c’è ancora tempo.

 

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright