Asl, il Collegio di Direzione sconfessa Macchitella

Non è un colpo di Stato. Ma poco ci manca. Il Collegio di Direzione della Asl di Frosinone ha sconfessato il Commissario Onorario Luigi Macchitella.

 

Lo ha fatto questa mattina, revocando – de facto – l’atto promulgato nei giorni scorsi e con il quale toglieva le Unità Operative Semplici Dipartimentali dall’Atto Aziendale.

 

Il Collegio di Direzione questa mattina le ha rimesse dov’erano. E lo ha fatto in assenza del Commissario: non si è presentato ai lavori che lui stesso aveva convocato.

 

L’eliminazione di quelle Uosd aveva sollevato un’ondata di polemiche. Soprattutto, aveva portato all’accusa rivolta a Macchitella d’avere mentito ai suoi collaboratori riuniti nel Collegio. Perché avrebbe detto loro che era stata la Regione Lazio a chiedergli di fare quell’operazione. Ma nei documento saltati fuori successivamente, non c’è traccia di questa richiesta.

 

Ma cos’ha di così rilevante questo inserimento o esclusione delle  Uosd dall’Atto aziendale? (Qui trovi tutti i dettagli ‘«Macchitella ha mentito al Collegio di Direzione»).

 

L’accusa è che sarebbero diventate una specie di monarchia personale. Nella quale poter disporre a proprio piacimento nomine ed accorpamenti. O anche soppressioni.

 

Il sindacato Fials aveva minacciato di trascinare il caso di fronte al Tribunale di Frosinone. Il Collegio di Direzione ha chiuso la questione in mattinata.

 

Nella nuova mappa, le Uosd sono così ripartite:

Direzione Strategica: 2
Dipartimento Emergenza e Accettazione: 2
Dipartimento Diagnostica e Assistenza Farmaceutica 3
Dipartimento Salute Mentale: 2
Dipartimento Prevenzione: 2
Dipartimento Assistenze Primarie e Cure Intermedie: 4
Dipartimento Assistenza Infermieristica: 1
Dipartimento Ospedalieri: 15 (2 Area Testa, 1 Oncologia, Chiururgia 3, Area Medica 9)

§

Foto: Copyright Gianpiero Pizzuti, tutti i diritti riservati all’autore

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright