L’ospedale troppo a cuore: 3 primari colti da infarto

Tre infarti in tre settimane. E tutti hanno colpito Primari dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino.

Il tragico elenco emerge dai messaggi di auguri postati su Facebook dai colleghi, rendendo così di dominio pubblico la situazione.

Nelle ultime tre settimane è toccata dal dottor Fabio Celletti, responsabile del laboratorio di Diabetologia. Prima di lui, uno scompenso cardiaco aveva colpito il dottor Marino Di Cicco, responsabile di Gastroenterologia. E poi è stato il turno del dottor Ersilio Catalano, in forza a Chirurgia.

Un caso? O il fattore stress ha avuto un ruolo importante? Da tempo i medici lamentano i carichi di lavoro troppo intensi, la mancanza di personale per poter applicare in modo adeguato i turni di riposo e le ferie.

Il caso di Cassino è solo l’ultima di una serie. Tempo fa, ad Alatri, il dottor Costantino Magliocca ebbe un malore dopo un turno durato ventiquattr’ore. Venne così alla luce la cronica carenza di personale, medico ed infermieristico. Con i primari impegnati a fare i salti mortali per riuscire a far funzionare il reparto.

Tra i primari ora è gara di scaramanzia.

§
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright