il paGGellone di Sassuolo – Frosinone

Il Frosinone illude per 45 minuti. L'ingresso di Boga riporta tutti... in B. Sammarco con la presenza e l'esperienza. Gli altri tra alti e bassi... E anche oggi pesano le solite disattenzioni.

Giovanni Giuliani
Giovanni Giuliani

Giornalista malato di calcio e di storie

Il Frosinone illude per 45 minuti. L’ingresso di Boga riporta tutti… in B. Sammarco con la presenza e l’esperienza. Gli altri tra alti e bassi… E anche oggi pesano le solite disattenzioni.

SPORTIELLO 6

Nel primo tempo sono poche le volte in cui deve intervenire. Quando lo deve fare svolge il compito con diligenza. E quando non ci arriva lui ci pensa il palo a salvare il Frosinone. Nella ripresa si distende bene sul tentativo di Babacar di testa.Poi, sempre su Babacar, è ancora attento. Sui gol non può nulla.

GOLDANIGA 5,5

Gara molto buona nel primo tempo quando non commette sbavature. Nelle ripresa il Sassuolo trasformato mette in difficoltà tutto il Frosinone.  Si cerca. In qualche modo di contenere le sortite neroverdi. Ma con Boga da quelle parti e’ dura, durissima.

ARIUADO 6

Un primo tempo di padronanza assoluta. Ammirevole per come si immola, per ben due volte, sulle conclusioni dei neroverdi. Preciso comanda la difesa. Nella ripresa vale lo stesso discorso per tutti i giallazzurri. La gara cambia completamente. Sui gol subiti il centrale non ha responsabilità specifiche. 

BRIGHENTI 6

Anche la sua e’ una gara onesta senza responsabilità specifiche. Secondo noi di più lui ed il Frosinone, onestamente, non potevano fare in questa gara che rappresenta il crepuscolo di un’annata sciagurata. Questo e’ il punto.

PAGANINI 6

Segna la rete del momentaneo 0-2 sbucando dentro l’area piccola tra due avversari. In fase difensiva, nel primo tempo, se la deve vedere con Rogerio e lo contiene bene grazie all’apporto di Goldaniga e Cassata. Nella ripresa con gli emiliani che cambiano modulo e uomini  lui deve fare ancora più attenzione. Ma Boga spezza la gara. E sul gol del pareggio sfugge proprio all’esterno romano.

CASSATA 5,5 

Prova a dare una mano ai compagni. Nel primo tempo e’utile  sulla catena di destra dove va a chiudere i varchi alla formazione di De Zerbi. Scende come tutti nella ripresa fino a scomparire.

Dal 69esimo CHIBSAH 5,5  Venti minuti tra qualche recupero e tanta confusione.

SAMMARCO  6,5

Trova subito il gol con un destro di estrema precisione che bacia il palo ed entra. Se il Frosinone gioca un primo tempo compatto lì in mediana il merito è anche e soprattutto il suo. Nei primi 45minuti commette un solo errore: ma quando Sensi gli ruba palla e serve Berardi ci pensa il palo a respingere il tiro. Nella ripresa cerca di metterci l’esperienza per far fronte ad un Sassuolo trasformato. Baroni lo tiene dentro fino alla fine perché si fida della sua lucidità. Ora e’ facile dirlo…. ma metterlo fuori rosa ad inizio stagione è stato uno dei tanti errori.

VALZANIA 5,5

Come tutti i colleghi di reparto disputa un buon primo tempo impreziosito da un passaggio filtrante che libera Pinamonti solo davanti a Consigli. Sul gol dell’1-2 e’ lui a tenere in gioco Ferrari. E la disattenzione e’evidente.

BEGHETTO 5,5

Sulla sua fascia di competenza deve vedersela soprattutto con Lirola, un cliente non facile. Per tutto il match deve fare attenzione ed ha poche occasioni per proporsi. Gara difficile, difficilissima per lui, in sofferenza.

CIANO 6

Nel primo tempo fa un gran lavoro anche se di palloni non è che ne giochi poi molti. Uno di questi, però, e’ telecomandato per la testa di Paganini per il gol dello 0-2. Nella ripresa si vede quasi mai eccezion fatta per una conclusione che finisce sul fondo.

Dal 69esimo CIOFANI 6 Poco più di 20 minuti per provare, ancora una volta, a lasciare il segno. Se non altro a ritardare l’inevitabile. Nel Frosinone che va in B, a nostro avviso, Daniel Ciofani e’uno di quelli a cui poco o nulla si può rimproverare. 

PINAMONTI 6

Nel gol di Sammarco il suo ruolo e’ decisivo, per come controlla e poi serve il compagno. Imbeccato da Valzania non riesce, poi, a bucare Consigli. Avrebbe potuto fare qualcosa di più. Nella ripresa per lui le cose diventano oggettivamente più difficili e come tanti compagni esce dal radar.

Dal minuto 81 DIONISI s.v. Quel pallonetto che entra dolce in rete a gioco fermo fa venire un po’ il magone a tutti i tifosi giallazzurri. L’augurio e’ che l’attaccante reatino possa tornare decisivo nel prossimo futuro per i canarini.

ALL. BARONI 6

Anche la matematica certifica una retrocessione annunciata orami da tempo. Con i neroverdi il suo Frosinone illude per 45 minuti: un gran primo tempo fatto di pressing, corsa e gol… Ci pensa poi l’ingresso di Boga a riportare tutti sulla terra.. ed in Serie B. Questa squadra, però, di più non poteva fare. Questa retrocessione e’ figlia di tanti errori iniziati in estate e proseguiti con un mercato di riparazione di fatto inesistente.