Scontro nell’ufficio del sindaco: Schimperna potrebbe andare via (di M. Molisani)

Scontro, solo verbale, nell'ufficio del sindaco. L'assessore Schimperna nega d'essere stato presente alla votazione sullo spostamento del Personale. Nel verbale risulta avere partecipato. Sono volate parole grosse. Convocato per le 19 un vertice di maggioranza

Mario Molisani

L'ombra nei palazzi del potere

Il professore vuole lasciare l’asilo pro tempore. Tornare tra i suoi libri ed i bilanci. Non ce la fa più. Tutto è diventato troppo anche per la proverbiale calma di Ulderico Cancella il debito Schimperna. Sta facendo capire in tutti i modi ai “bambini” che vuole lasciare l’asilo allestito nel municipio di Piazza De Gasperi a Cassino.

Da tempo il professore nostra segni di insofferenza. A partire da quella famosa riunione di maggioranza, in sala Restagno, dove si guardava intorno spaesato, assistendo impotente all’ennesima commedia tragicomica messa in scena dai componenti di quella che una volta era la granitica maggioranza di Carlo Magno...a più non posso D’Alessandro.

VALIGE PRONTE?

Oggi c’è stata l’ennesimo indizio a favore dell’indiscrezione che circola nei lunghi corridoi del Comune di Cassino. E secondo la quale il buon Ulderico avrebbe già le valige pronte. In attesa soltanto del suono della campanella: per emigrare, forse, verso altri lidi. Meno complessi e ingarbugliati della politica.

C’è stato un vero parapiglia verbale questa mattina nell’ufficio di CMD’A. A dirsele di Santa ragione, solo a parole, il primo cittadino, Ulderico Cancella il debito Schimperna, Benedetto Social et poi Labora Leone e il segretario generale Rita Lady Dissesto Riccio.

NON C’ERO E SE C’ERO DORMIVO

L’assessore al Bilancio nega di essere stato presente alla discussione e successiva delibera sul personale, che tanto ha fatto scalpore nei giorni scorsi sui quotidiani locali. Quella che ha spostato una parte dei dipendenti da un settore all’altro, poco prima che calasse la scure sui conti. Mentre sull’atto ufficiale l’assessore Schimperna risulta essere presente.

Io non c’ero. Ero uscito quando si discuteva questo punto”, sostiene un agitato Schimperna.

Signori stiamo parlando di una giunta che è durata più di tre ore. Tutti sono usciti e rientrati, ma le firme sotto al verbale ci sono di tutti” ha replicato piccata Rita Lady Dissesto Riccio.

La discussione è andata avanti per quasi mezzora senza che nessuno abbia fatto un passo indietro. Il volume della discussione, secondo varie testimonianze, é stato molto al di sopra del normale ed alla fine, aperta la porta, ognuno è andato per la sua strada.

I maligni dicono appunto che Ulderico Cancella il debito Schimperna vuole lasciare il Palazzo perché molto deluso dagli atteggiamenti politici di molti esponenti del centrodestra e dal gioco al massacro che ormai la fa da padrone da diversi mesi in comune.

 

LA VOLPE E L’UVA

Il CMD’A Group non si fa trovare impreparato. Sta già costruendo la strada che potrebbe essere la giustificazione: non se ne va lui, lo mettiamo noi in condizione di andarsene. E già qualcuno mormora a mezza bocca, appena venuto a sapere dello stato d’animo dell’assessore, che il Buon Schimperna «ha poco polso» e che in realtà «è la dirigente del servizio Finanziario a fare il bello e il cattivo tempo». Insomma le precauzioni ormai non guastano mai.

Intanto oggi alle 19 ci sarà una nuova riunione di maggioranza. Dove sicuramente l’argomento verrà affrontato. E dove troverà spazio anche l’altro argomento caldo per l’amministrazione: le linee guida per la Rigenerazione Urbana.

Ma a furia di riscaldare qui sta andando tutto a fuoco.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright