Scittarelli: «Petrarcone è un irriconoscente»

«Il sindaco uscente di Cassino? E’ un irriconoscente»: parole di Bruno Scittarelli, già sindaco e membro del Consiglio d’Amministrazione del consorzio industriale Cosilam, in quota regione Lazio (nominato da Renata Polverini).

Non manda giù l’intervento di Giuseppe Golini Petrarcone che ne ha sollecitato la sostituzione in seno al CdA del Cosilam (leggi qui il precedente)

Bruno Scittarelli – «Rispetto gli attacchi personali, ma trovo irriconoscente il comportamento di Petrarcone. Vorrei infatti ricordargli, che mentre il sottoscritto ha amministrato la città per ben dieci anni eletto due volte al primo turno, scelto in modo netto dalla maggioranza dei cassinati, lui ha avuto bisogno di qualche aiutino, peraltro ripetutamente sollecitato».

Alessioporcu.it – Si, ma l’irriconoscenza dove sta?
Abbiamo poi iniziato una collaborazione nel CDA del Cosilam, e fui proprio io a prendere le sue difese davanti allo stesso CDA, nelle non poche occasioni in cui ha dovuto fronteggiarne le aspre contestazioni, derivanti dalla sua incapacità amministrativa. Non pretendo di essere ringraziato per questo, ma certo sono deluso dal suo comportamento.

Non ritiene che il sindaco del Comune con la maggioranza relativa in seno al CdA abbia tutto il legittimo diritto di reclamare l’avvicendamento di un consigliere indicato in quota centrodestra?
Dico al sindaco di lasciar perdere la polemica sul Cosilam, che si è sempre rilevata per lui un clamoroso autogol (dal doppio incarico all’incompatibilità) e pur avendo tanto altro da dire, per adesso mi fermo qui. Quando non si ha nulla da dire, si cerca di menare il can per l’aia; è un vecchio trucco molto in voga tra i politici inconcludenti e privi di ogni pudore.

Lo dice perché si sente punto nel vivo oppure perché alle prossime elezioni comunali appoggerà un avversario del sindaco Petrarcone (i maligni dicono che lei sia la quinta colonna di Francesco Mosillo)?
Nelle imminenti elezioni non ho nessun interesse, politico o personale, nel sostenere questo o quel candidato. Guardo ai cinque anni di amministrazione comunale Petrarcone e non trovo nulla che mi induca a votare un sindaco uscente, che ha avuto la chance di poter governare la nostra città e l’ha sprecata, crogiolandosi nell’immobilismo e nell’inconcludenza.

Non trova proprio nulla di buono nel governo Petrarcone?
Cassino non merita né distrazioni né approssimazioni politiche e amministrative.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright