Se il governo gialloverde inciampa sul colf, badanti e baby sitter

L'autogol del governo Conte (Salvini - Di Maio): una stangatina per le famiglie oneste che hanno messo in regola colf e badanti. O che pagano in modo corretto le baby sitter. La società è cambiata. Pure le sue esigenze. Governare è diverso dallo strillare dall'opposizione

All’orizzonte si vede già l’ennesima frenata gialloverde in questo primo scorcio di governo. C’è addirittura chi parla già di una marcia indietro sull’aumento dei costi per le famiglie che hanno in casa una colf, una badante o una baby sitter.

C’ è una norma contenuta del decreto “Dignità” che applica pure al lavoro domestico il contributo aggiuntivo dello 0,5% per ogni rinnovo dei contratti a termine. Adesso Governo e maggioranza sono orientate a cancellare il provvedimento, che è all’attenzione del Parlamento per la conversione in legge del decreto.

Dopo le proteste di queste ore, dunque, si cercherà di correre ai ripari su un aumento che ricadrebbe non soltanto sulle imprese, per l’assunzione dei loro dipendenti. Ma pure sulle famiglie oneste che hanno messo in regola colf, badanti e baby sitter.

 

Movimento Cinque Stelle e Lega stanno verificando che esiste un abisso tra lo stare all’apposizione ed essere invece forza di maggioranza.

Il tessuto economico e sociale italiano è mutato profondamente in questi anni di crisi. Il precariato ha sostituito il posto fisso, gli anziani rappresentano un ammortizzatore sociale straordinario per molte famiglie, perché sono titolari di un diritto sempre più difficile da ottenere: la pensione. Colf, badanti e baby sitter fanno davvero parte di molte famiglie.

Se da un lato l’aspettativa di vita si è allungata di molto, dall’altra però bisogna fare i conti con il fatto che la popolazione è sempre più anziana e dunque figure del genere diventano fondamentali.

 

Il Partito Democratico di Matteo Renzi al governo ha perso molti consensi anche e soprattutto per l’incapacità di interpretare i cambiamenti economici e sociali in corso. Il risanamento dei conti è fondamentale, ma non si può non tenere conto delle istanze che arrivano dai cittadini. Cinque Stelle e Lega sono alle prese con lo stesso tipo di problema: interpretare i bisogni della popolazione.

E un contributo aggiuntivo per  i rinnovi dei contratti a termine di colf, badanti e baby sitter è un clamoroso autogol.

.
error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright