Se per fare i concorsi occorrono 20 anni

Dopo vent'anni il Comune di Latina bandisce dei concorsi per assumere personale: 23 subito, 97 nel triennio. Chi cercano con i primi 7 concorsi. I due aspetti centrali

Andrea Apruzzese

Inter sidera versor

Venti anni senza concorsi. Tanto è trascorso al Comune di Latina, senza nuove assunzioni da graduatorie proprie. Quelle fatte in questo periodo sono state fatte attingendo a graduatorie di altri enti. O prelevando personale già assunto presso altri uffici pubblici e comandato nel capoluogo.

Ora però i concorsi sono partiti. L’assessore al Personale Simona Lepori lo aveva detto ed il dirigente di settore Francesco Passaretti lo aveva confermato anche in commissione: «Le determine saranno pubblicate non appena approvato il Bilancio di previsione». Detto fatto: da lunedì le determine sono state via via pubblicate sull’albo pretorio online.

Ecco i concorsi

Un totale di sette concorsi. In particolare, si tratta di un dirigente amministrativo contabile, 4 istruttori amministrativo -contabili, 4 istruttori direttivi amministrativo-contabili, 3 istruttori tecnici, 4 istruttori direttivi tecnici, 4 istruttori direttivi di vigilanza, 3 istruttori di vigilanza.

Un totale di 23 persone nel 2022, e un totale di 97 nel triennio 2022-2024. Una volta pubblicati i concorsi in Gazzetta ufficiale, questi potranno svolgersi tra settembre e ottobre, con le prime assunzioni entro l’anno.

A queste assunzioni si aggiungeranno poi anche quelle fatte tramite scorrimento di altre graduatorie.

Graduatorie proprie

Foto: Domenico Mattei © Pixabay

Due sono gli aspetti principali. Il primo è che il Comune di Latina torna a rimpinguare il proprio organico, carente in ogni settore e in ogni servizio. Per decenni la capacità assunzionale dettata dalle norme non aveva consentito il turnover, facendo scendere gli attuali dipendenti ben sotto le 500 unità.

Il secondo aspetto è forse quello più rilevante: svolgendo concorsi propri, il Comune di Latina potrà formare graduatorie proprie, dalle quali attingere in futuro. «Il potenziamento del personale dipendente è in questo momento  l’investimento prioritario, il raggiungimento degli obiettivi è legato alla forza lavoro e queste nuove risorse sono certa che renderanno più agevole il lavoro di tutti», afferma la Lepori in un post sulla sua pagina Facebook.

Anche l’opposizione mugugnava

Il tema della carenza di organico era stato più volte al centro di polemiche anche da parte dell’opposizione. Lamentava come, utilizzando graduatorie di altri enti, e quindi assumendo dipendenti da altre località, si rischiava di avere poi personale “poco motivato“.

Ma le carenze erano state più volte messe in luce anche dagli stessi assessori, a partire da Pietro Caschera. Chiese 25 persone in più per i Lavori pubblici e altrettante per il Decoro. Ma era stata anche Laura Pazienti (Politiche Scolastiche e servizi Anagrafe e demografici) a sottolineare come la situazione, in particolare all’Anagrafe, non consentiva nemmeno più di svolgere i matrimoni in aula consiliare o nei giardini del municipio. Ma solo nella sede di via Ezio, universalmente riconosciuta come “ben poco romantica”. (Leggi qui: Latina, se pure sposarsi è uno slalom. Perché il Comune non ha personale).

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright