“Se tornassi”, Forza Italia prova l’operazione nostalgia

Adesso che la frattura appare scongiurata, Giovanni Toti apre il partito ad una nuova fase. E alla fine chi è andato via non ha trovato tappeti rossi nella Lega o in Fratelli d’Italia. Parliamo di Nicola Ottaviani, Adriano Piacentini, Antonello Iannarilli, Alessia Savo.

Dopo mesi di “bombardamento” sul cerchio magico e sulla gestione del partito, adesso Giovanni Toti (presidente della Liguria) proverà a prendersi Forza Italia. Ma non sarà facile. Intanto perché al congresso ad ottobre mancano diversi mesi e può succedere di tutto. Poi perché Mara Carfagna è una agguerrita, che non fa del motto “l’importante è partecipare” la sua massima ambizione.

Quindi bisognerà fare comunque i conti anche con Antonio Tajani, specialmente se non dovesse riuscire ad essere confermato alla presidenza del Parlamento europeo.

Silvio Berlusconi nel frattempo osserverà e deciderà alla fine chi sostenere per quello che appare comunque un appuntamento importante. Forza Italia non vuole essere cannibalizzata dalla Lega e neppure egemonizzata da Fratelli d’Italia. Può darsi che Giovanni Toti e Mara Carfagna possano avviare un percorso per riportare dentro il Partito chi è uscito. Come ha fatto il senatore e coordinatore regionale del Lazio Claudio Fazzone con Gianluca Quadrini.

Fino a qualche giorno fa, con il caos che contraddistingueva il dibattito interno, nessuno pensava a fare il percorso interno. E infatti l’ex coordinatore provinciale Adriano Piacentini lo aveva fatto capire chiaramente. Lo ha ribadito ieri sera durante la trasmissione A Porte Aperte su Teleuniverso: «Non mi riconosco nelle posizioni della Lega, giudico le cose dagli atti concreti e non dalle parole ed il mio giudizio sul loro operato è negativo. Ma non mi riconosco nemmeno nella confusione che regna in questa Forza Italia: dà l’impressione di non sapere dove andare, con chi andare e cosa fare».

Può cambiare qualcosa? Vedremo. Certo è che difficile, una volta che si è ricoperto un ruolo importante in un Partito, avere lo stesso successo in un altro. D’altro canto altrove non si sono aperti chissà quali spazi per gli ex di Forza Italia. Non per Antonello Iannarilli ed Alessia Savo in Fratelli d’Italia. Non per lo stesso Adriano Piacentini. Neppure per il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani a volerla dire tutta. Giovanni Toti ha assicurato che ora in Forza Italia si apre una fase nuova, al’insegna del merito e della maggiore democrazia.

A tornare qualcuno potrebbe pensarci. Vuoi vedere che alla fine chi aveva davvero previsto tutto (anticipando i tempi) è stato Gianluca Quadrini? Il quale, narra la leggenda, ai suoi interlocutori fa ascoltare la canzone di Julio Iglesias: “Se tornassi”.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright