Secondino: «Sel appoggia Petrarcone e ne certifica il fallimento»

[dfads params=’groups=105&limit=1&orderby=random&return_javascript=1′]

 

Sel decide di prendere un cucchiaio di bicarbonato ed appoggiare Giuseppe Golini Petrarcone (leggi qui il precedente), per Forza Italia è «Il certificato di fallimento del sindaco uscente».

Non ha dubbi Dino Secondino , coordinatore cittadino di Forza Italia a Cassino: «Prendiamo atto delle dichiarazioni del segretario provinciale di Sel Giuseppe Fortuna. A prescindere dal fattore ideologico che non ci interessa, considerata l’area politica a cui fa riferimento, ci fa piacere che riconosca quello che noi diciamo da tempo: il sindaco Petrarcone, purtroppo, è stato una delusione crescente. Noi diremmo, invece, un fallimento continuo».

Il dato è più politico che numerico: la lista messa in campo da Sel ha riportato di 261 voti, sette candidati erano i cosiddetti ‘riempilista’ ed hanno riportato zero voti, altri 17 candidati hanno preso meno di 10 voti a testa.

«Ci fa specie proprio che il segretario di Sel lasci intendere di sostenere Petrarcone nonostante, come anche egli sostiene, il sindaco abbia percepito la doppia indennità da sindaco e presidente del Cosilam mentre le famiglie non arrivano a fine mese, abbia svenduto il nostro acquedotto ad Acea e cerchi invano di realizzare una funivia che non serve nessuno, se non appunto, come dice Fontana, ai possibili costruttori. Motivazioni queste che crediamo abbiano determinato la scelta di Sel di sostenere un candidato diverso dal sindaco uscente al primo turno».

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright