Il Priorato verso lo scontro con Mario: noi voteremo Leone e Chiusaroli

Nuova riunione riservata ieri sera del gruppo che sostiene l'assessore comunale di Cassino Benedetto Leone. No ai voti a Ciacciarelli. Si a due candidati di area.

I cavalieri del Priorato di Lion si sono riuniti. Hanno deciso che la parola del sommo Commander verrà messa in discussione. I grandi elettori che sostengono il vice sindaco in pectore di Cassino Benedetto Leone non vogliono seguire i piani di battaglia elettorale tracciati dal comandante in capo di Forza Italia e dell’amministrazione comunale di Cassino: Mario Abbruzzese.

Hanno deciso che sosterranno due candidati che indicheranno loro: Benedetto Leone e Rossella Chiusaroli. Soprattutto, nessuno di loro voterà il coordinatore provinciale pro forma Pasqualino Settebellezze Ciacciarelli.

Una decisione non negoziabile. Anche a costo di arrivare allo scontro frontale.

 

LA TAVOLA DEL BEVITORE

La riunione si è tenuta ieri sera. La tavola è sempre la stessa: non quella ‘rotonda’ di ben altri cavalieri ma quella più imbandita dell’osteria del Santo Bevitore.

Presenti alla riunione una decina di grandi elettori. Tutti sostenitori del capo del gran Priorato di Lion, il gruppo di amici che fa riferimento al cerimoniere abbaziale ed assessore comunale in corsa Benedetto Leone.

Chi ha aperto la discussione ha portato sul tavolo i risultati della consultazione riservata fatta tra le linee che compongono l’armata elettorale dell’amministrazione comunale di Cassino. Lo avevano deciso nel corso di un’altra riunione, alcune sere fa (leggi qui ‘Per una donna Ciacciarelli finì in boccola Leone’)

Il risultato esposto ieri sera è che non solo gli elettori del Priorato di Lion sono contrari alle candidature delineate da Mario Abbruzzese. Ma anche molti altri. I consultori riferiscono di forti perplessità espresse dall’area dei Salviniani con il vice sindaco vero Carmelo Geremia Palombo in primis, di riserve moderate ma concrete registrare vicino al presidente d’aula Dino Secondino. Un altri dei consultori ha riportato le risposte arrivare dalla base elettorale: tutte negative.

 

DUE NOMI PER UN PRIORATO

La prospettiva è quella di vedere l’amministrazione comunale di Cassino concepita da Mario Abbruzzese e guidata da Carlo Maria D’Alessandro andare alle prossime regionali e politiche in maniera divisa. Ognuno per se, senza un candidato per tutti.

La risposta del Priorato è stata una: imporre la candidatura di Benedetto Leone e di Rossella Chiusaroli. Mettendo in chiaro che anche in caso di mancata candidatura, loro non sosterranno Pasquale Ciacciarelli.

 

IL RISCHIO DI COLLISIONE

Nei prossimi venti giorni ci saranno le riunioni ufficiali: fuori dall’osteria e dentro le sezioni di Partito.

La rotta tracciata dal Priorato è in chiara via di collisione con il Commander Mario Abbruzzese. Che fino ad oggi non risulta avere mai deviato da uno dei propri piani di navigazione.

I numeri calcolati però ieri sera al tavolo del Priorato sono concreti. E se davvero tutti i ‘perplessi’ confermeranno i loro dubbi, un aggiustamento sarà inevitabile.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright