Il sindaco accerchiato: se rientra lo sfiduciano a gennaio (Conte della Selvotta)

I telegrammi del Conte della Selvotta sulla politica Cassinate. Il sindaco dimissionario Carlo Maria D'Alessandro è accerchiato. Se ritira le dimissioni, a gennaio dopo le provinciali, verra sfiduciato in massa. La Lega ha già preparato tutto.

Domenico Malatesta

Conte della Selvotta

Un ingente sciame di api invase il Foro di Cassino”. ANNO CCVIII a.C. Tito Livio Libro XXVII.
Cassino, 2018 d.C. Uno sciame di api invade l’Aula consiliare.
Montecassino, 2018 d.C. Uno sciame di api invade l’Albaneta.

*

L’ACCERCHIAMENTO DI CMD’A

Mentre un drappello di medici specialisti è al capezzale del sindaco di Cassino Carlo Maria D’Alessandro (in seguito CMD’A) va avanti l’accerchiamento degli infedeli forzisti e dei civici.

Tra un farmaco e una visita cardiologica CMD’A è dilaniato dal dubbio amletico: li mando a casa tutti o li sopporto ancora?

Gli infedeli, riferiscono al Conte della Selvotta, sarebbero felici di ripartire daccapo e già starebbero pensando ad un nuovo leader.

L’ombra del sospetto aleggia nelle stanze comunali. Un vero e proprio killer per far fuori CMD’A e M.A., insieme.

 

NUOVI SCENARI

Nel frattempo si sono formati due schieramenti con obiettivi diversi, uno guidato dal presidente d’aula Dino Secondino e l’altro dall’assessore Benedetto Leone, un fedelissimo della coppia.

Per Secondino bisogna inseguire il Carroccio anche se è in fuga, per Leone bisogna allargare l’intesa all’opposizione per punire la Lega.

Uniti, senza bandiere politiche, per lavorare intorno ad un progetto civico di quattro punti cardini per il rilancio della città, punti da scegliere insieme.

Un progetto irrealizzabile per “i troppi contrasti e le troppe incomprensioni e offese ricevute dall’opposizione.” Si fa notare.

E così Secondino e Leone sono tornati a fronteggiarsi su progetti di salvataggio dell’Amministrazione. Tanto che le loro riunioni segrete o pubbliche hanno fatto registrare diverse sedie vuote. (leggi qui Carlo Sansone D’Alessandro pronto a mandare a casa tutti i Filistei). Altre riunioni con pochi intimi si svolgono anche in una nota osteria della città.

 

IL GOLFISTA PETRARCONE

L’ex sindaco Giuseppe Golini Petrarcone è stato sorpreso dalla notizia delle dimissioni di CMD’A mentre era impegnato in Puglia in un torneo di golf con la squadra di “Cassino golf” di cui fa parte anche un ex consigliere comunale di centrodestra dell’epoca scittarelliana. Lo ha appreso da Alessioporcu.it non appena la pallina è finita nell’ultima buca del green.

Petrarcone è un golfista esperto ed un frequentatore di green importanti in Italia tra cui Fiuggi.

Ed ora il dubbio. In caso di elezioni, ripresentarsi o lasciare ad altri il gravoso compito.

 

LEGA CRUDELE: AL VOTO, AL VOTO

No di Lega e del centrosinistra ed anche degli indipendenti al sostegno al governo di CMD’A. “Troppe delusioni, andiamo al voto”: è stata la risposta dei leghisti ai corrieri spediti da M.A.

Così dal Pd agli altri partiti e movimenti tutti per nuove elezioni.

E se CMD’A dovesse ritirare le dimissioni? Logoramento fino a gennaio e poi dimissioni di massa. Logoramento esterno e accerchiamento interno. Per la coppia governativa non si prevede una via d’uscita dignitosa. Lo fanno notare al Conte della Selvotta i maligni comunali.

 

CARROCCIO: ESAURITI I POSTI SEDUTI, SOLO IN PIEDI

Vista la situazione diversi consiglieri comunali sgridati dalla coppia sono pronti a salire sul Carroccio. I posti a sedere, però, sarebbero già al completo, Quelli in Aula. Sono rimasti i posti in piedi.

Una fuga da Forza Italia e dai civici a beneficio del leader leghista Carmelo Palombo il quale ha ribadito che non si ricandiderà a sindaco.

Infatti si è alla ricerca di un esponente della società civile ma con esperienza politica come candidato sindaco.

error: Attenzione: Contenuto protetto da copyright